Con la scusa del sesso, romena deruba due anziani, denunciata

Una donna l’ha cominciato ad abbracciare dicendogli “amore mio” e toccandolo dappertutto

Picchia la figlia al centro commerciale, interviene poliziotta libera dal servizio

Con la scusa del sesso, romena deruba due anziani, denunciata

Due circostanziate denunce presentate in Questura dalle vittime consentono alla Polizia di assicurare alla giustizia una romena abitualmente dedita a commettere furti, commessi con particolare destrezza, in danno di anziani.

Il primo episodio denunciato è accaduto in via Cortonese: un settantenne mentre camminava a piedi si è visto inspiegabilmente avvicinare da una donna che l’ha fermato con una scusa.

L’ha quindi toccato nelle parti intime chiedendogli se voleva fare del sesso: al diniego si è allontanata. Poco dopo l’uomo si è accorto della mancanza del portafogli. Il secondo delitto è avvenuto presso un istituto bancario di Via Sicilia: un ottantaduenne, dopo aver prelevato dei contanti al Bancomat è ritornato in auto.

Nel veicolo si è improvvisamente introdotta una donna che l’ha cominciato ad abbracciare dicendogli “amore mio” e toccandolo dappertutto. La allontanava non senza qualche fatica: con lei spariva anche il portafogli con i contanti appena prelevati.

Dalla corrispondenza delle descrizioni si sono diramate le ricerche “A tutte le Pattuglie” per verificare se vi fossero tracce della presenza di una donna 35enne, abbronzata, appariscente, esile, fisico da pin-up e abbigliamento attillato.

Ecco che la “Volante 1” nota in una bar della zona una persona sospetta, perfettamente rispondente alle caratteristiche fisiche descritte. Un rapido controllo ed ecco la sorpresa: custodiva nella borsa un portafogli con documenti intestati ad un anziano; veniva condotta in Questura. L’ottantenne, rintracciato al telefono dagli agenti, non si era ancora accorto di aver subito il furto del portafogli: era accaduto poco prima in circostanze analoghe.

In Questura ha ringraziato più volte i poliziotti per la restituzione del portafogli e la individuazione della colpevole. Per la donna, da poco giunta a Perugia, ospite di connazionali anch’essi già noti alle forze di polizia, una denuncia per i tre furti.

Ma potrebbero esservi anche altre vittime, che non hanno sporto denuncia: gli investigatori della Polizia sono ancora impegnati a ricostruire i suoi giorni a Perugia.

sesso

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*