Con coltelli e arnesi da scasso, pronti a rubare nelle auto in sosta

picchia figlio

Ieri pomeriggio le Volanti sono state impegnate in un servizio di pattugliamento dell’area ricompresa tra il parco della Verbanella e il parco Sant’Anna, al fine di prevenire la commissione di reati contro il patrimonio.

Così, poco dopo le 18, un equipaggio si è imbattuto in due giovani maghrebini dall’atteggiamento più che sospetto.

I due, infatti, si aggiravano in mezzo ad una fila di automobili in sosta, come se volessero verificare se in qualcuna di esse vi fossero oggetti di valore.

Comprendendo le loro intenzioni, gli agenti li hanno subito bloccati per evitare che i nordafricani potessero rubare in qualche veicolo.

Una volta accompagnati in Questura, i due maghrebini, un 26enne tunisino e un 31enne franco-algerino, già noti alle forze dell’ordine, sono stati perquisiti.
E’ così emersa la bontà dell’intuizione della Volante.

Ognuno dei due, infatti, era in possesso di un coltello; inoltre il solo franco-algerino aveva con se’ anche una chiave metallica a croce multiuso, oggetto che può essere utile, tra l’altro, a realizzare furti su autovetture.

Pertanto, entrambi sono stati denunciati per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere, mentre il solo 31enne è stato deferito all’A.G. anche per il reato di possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*