COCAINA IN SCOOTER ARRESTATO

ArrestoPerDrogaEfurti-1405(UJ.com3.0) PERUGIA – Nel corso di uno specifico servizio antidroga, sviluppando le recenti indagini che hanno già portato all’arresto di alcuni maghrebini dediti allo spaccio al minuto in città, gli agenti della Seconda Sezione della Squadra Mobile ieri hanno effettuato un servizio di appostamento a Monteluce, in via  E. CIALDINI.  Gli investigatori erano arrivati a quell’indirizzo seguendo le tracce di uno scooter, utilizzato abitualmente da un individuo che veniva notato più volte avvicinare gli spacciatori maghrebini dediti alla vendita al minuto di stupefacenti in città. Nel corso dell’ appostamento  si individuava l’individuo sospetto mentre usciva da un appartamento . Lo stesso alla vista degli operanti, si disfaceva di un involucro in cellophane di colore bianco che risulterà del  peso complessivo lordo di gr. 5,25 e che successivamente analizzato presso il locale Gabinetto di Polizia Scientifica darà esito positivo per la cocaina. Il soggetto,  con un casco in mano di colore nero,  appena liberatosi dell’involucro si dava a precipitosa  fuga cadendo rovinosamente a terra per poi venire  bloccato dagli operanti nell’immediatezza. Si procedeva pertanto alla perquisizione personale e locale dell’abitazione con le chiavi che aveva addosso; all’interno dell’armadio della camera da letto, in una tasca di un giubbino veniva rinvenuto un calzino con all’interno nr 3 involucri in cellophane termosaldati avvolti in carta stagnola del peso complessivo lordo di gr 16,12, nonché nr 4 involucri in cellophane bianco termosaldati del peso complessivo lordo di gr 3,42.

La polvere di tutti i sopracitati involucri, quello gettato in strada e quelli rinvenuti all’interno dell’abitazione, veniva analizzata da personale del locale Gabinetto di Polizia Scientifica e dava esito Positivo per i derivati della cocaina. Detti involucri venivano posti sotto sequestro. Sempre all’interno dell’armadio in una tasca di altro giacchetto veniva rinvenuta la somma totale di  € 2050,00  suddivisa in banconote di piccolo taglio, che veniva sequestrata  poiché ritenuta probabile provento dell’attività di spaccio; all’interno del comodino veniva rinvenuto un computer portatile di cui non sapeva fornire un giustificato possesso, anch’esso sequestrato.

Rinvenuta anche della carta stagnola e una scatola di Portolac con all’interno nr 5 bustine da gr 10, poste sotto sequestro poiché ritenuto materiale idoneo al confezionamento dello stupefacente. L’arrestato, KAPXHIU ARTIOL, nato in Albania il 29.09.1982 annovera a suo carico precedenti specifici in relazione alla detenzione ai fini di spaccio e al traffico di sostanze stupefacenti, nonché risulta già espulso dal Prefetto di Perugia in data 30.08.2012 ed in pari data accompagnato presso la Frontiera di Fiumicino per l’immediato allontanamento dal T.N. .

[wzslider autoplay=”true” lightbox=”true”]

Dopo l’arresto, effettuato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e per violazione alle leggi sull’immigrazione,  l’albanese veniva trasferito presso la locale Casa Circondariale.

In mattinata è stata rintracciata la legittima proprietaria del personal computer sottratto nel corso di un furto in casa in città .

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*