CINESE MORTA A PERUGIA: UNIVERSITA’ STRANIERI VERSO PARTE CIVILE

gallenga(umbriajournal.com) PERUGIA – L’Universita’ per Stranieri di Perugia si costituira’ parte civile in un eventuale processo per la tragica morte della studentessa cinese trovata morta dopo un malore nella zona del Lago Trasimeno (un giovane fiorentino e’ stato denunciato per omissione di soccorso e morte come conseguenza di altro delitto). Lo hanno deciso Senato Accademico e Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo approvando all’unanimita’ una proposta del Rettore Giovanni Paciullo. Annunciando la decisione, il Rettore ha detto che “l’atto avverra’ all’inizio della prima udienza preliminare e una volta acquisita l’autorizzazione della Presidenza del Consiglio di Ministri, come previsto dalla normativa di riferimento”. Il Rettore ha anche annunciato di aver acquisito, dagli organi accademici, il consenso ad assumere in prima persona questo ruolo nel processo. Avvocato del foro di Perugia, Paciullo non ha mai esercitato la professione forense avendo scelto, come ordinario di Diritto privato, il regime a tempo pieno.

Tuttavia, la normativa che disciplina la materia, gli consente di assumere il patrocinio del proprio ente di appartenenza nei procedimenti giudiziari. La decisione, che conferma il diretto impegno dell’Universita’ per Stranieri anche nella tutela giurisdizionale dei diritti dei propri studenti, e’ stata comunicata dallo stesso Rettore Paciullo ai genitori della studentessa cinese, ricevuti a Palazzo Gallenga prima della loro partenza per Nanchino. Nel corso dell’incontro, al quale hanno partecipato il direttore generale, Cristiano Nicoletti, la direttrice dell’Alta Scuola di lingue e responsabile del Progetto Marco Polo, Lidia Costamagna, il capo dello staff del Rettore, Roberta Migni, i familiari hanno consegnato un documento nel quale ringraziano l’Universita’ per Stranieri per la ospitalita’ e la assistenza a loro data durante la permanenza a Perugia.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*