Cellula di spaccio smantellata dai Carabinieri a Ponte San Giovanni

La vicenda ha coinvolto un italiano, un serbo e due peruviani arrestati

Cellula di spaccio smantellata dai Carabinieri a Ponte San Giovanni

Cellula di spaccio smantellata dai Carabinieri a Ponte San Giovanni

Avevano trasformato la propria abitazione in un covo dove confezionare lo stupefacente, in particolare cocaina, da  immettere sulla “piazza perugina”: droga, materiale per il confezionamento, contanti e bilancino di precisione; questi gli “strumenti del lavoro”. Ma il blitz dei carabinieri dei carabinieri della Stazione di Ponte San Giovanni e di quelli dell’aliquota operativa della Compagnia di Città di Castello ha rovinato i loro piani e per loro si sono aperte le porte del carcere.

E’ la vicenda che ha coinvolto 4 soggetti (un italiano, un serbo e due peruviani) arrestati in flagranza di reato per traffico e detenzione di sostanze stupefacenti a seguito di un’operazione antidroga dei carabinieri avvenuta nella notte tra sabato e domenica scorsa. L’arresto è avvenuto dopo che i carabinieri, a seguito ad un’attività info-investigativa, hanno eseguito una perquisizione in un appartamento condominiale di via Catanelli a Ponte San Giovanni, sorprendendo  al suo interno i quattro uomini intenti al confezionamento dello stupefacente: 150 grammi di cocaina, 500 euro in banconote e materiale per il confezionamento, tutto posto sotto sequestro.

I due soggetti peruviani sono risultati irregolari sul territorio nazionale, a differenza del serbo residente a Umbertide e dell’italiano residente a Giano dell’Umbria. I quattro spacciatori, con precedenti di polizia, sono stati tradotti presso il carcere di Capanne e il loro arresto è stato convalidato dal Giudice delle indagini preliminari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*