Catturato dalla Polizia rapinatore del Lago, condotto nel carcere di Perugia

E' stato condannato alla reclusione di un anno, 2 mesi e 28 giorni, oltre al pagamento di Euro 700 di multa

Catturato dalla Polizia il rapinatore del Lago, condotto al carcere di Perugia
Polizia

Catturato dalla Polizia rapinatore del Lago, condotto nel carcere di Perugia

PERUGIA – Nei giorni scorsi, gli uomini della Sezione “Reati contro il patrimonio” della Squadra Mobile hanno condotto una brillante operazione di Polizia Giudiziaria, conclusasi positivamente con la cattura di un pregiudicato destinatario di un provvedimento definitivo di cattura.

Nello specifico, in data 8 maggio 2017, la Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Perugia ha emesso un provvedimento restrittivo definitivo con il quale veniva disposta, all’esito del “cumulo” di alcune condanne, la cattura di un soggetto di origini fiorentine ma poi trasferitosi in zona Lago Trasimeno. L’interessato, di circa 40 anni, si rese responsabile di una resistenza a Pubblico Ufficiale a Firenze nel 1999 e di una rapina a Castiglione del Lago nel 2006.

Nel primo caso, venne ammesso a fruire della sospensione condizionale della pena con la non menzione della condanna, mentre nel secondo caso venne sottoposto a misura cautelare per circa 1 anno e 2 mesi.

All’esito del cumulo delle predette sentenze, il soggetto è stato condannato alla reclusione di un anno, 2 mesi e 28 giorni, oltre al pagamento di Euro 700 di multa. Appena ricevuto il provvedimento, gli agenti hanno esperito ogni utile accertamento volto alla localizzazione del catturando il quale, dall’ultimo evento delittuoso descritto, aveva fatto perdere tracce di sé.

Le ricerche hanno invece consentito di individuare il pregiudicato in un’abitazione di Castiglione del Lago, ove è emerso che il medesimo risiede da anni mantenendo una condotta regolare.

Raggiunto nella propria abitazione, lo steso è stato accompagnato in Questura per la formalizzazione dell’arresto e, successivamente, a Capanne, ove dovrà scontare la pena detentiva emessa a suo carico.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*