Castiglione del Lago, moto scortano salma Antonelli da camera ardente a stadio

ANDREA ANTONELLI FUNERALIUna trentina di moto hanno scortato la bara di Andrea Antonelli, il giovane pilota di Castiglione del Lago, morto a Mosca durante una competizione motociclistica. Il feretro, con quella schiera di amici e colleghi in moto ha lasciato  la chiesa di Macchie dove era stata allestita la camera ardente per il campo sportivo di Sanfatucchio, a Castiglione del Lago, presso il quale si è celebrato il funerale del pilota venticinquenne. Gli amici del giovane hanno indossato magliette bianche con la scritta “sempre con noi”. Nell”ultimo tratto verso lo stadio la bara, a lungo applaudita, e” stata portata a spalla. Subito dietro il padre Arnaldo, la madre Rossella e il fratello Luca. Con loro quasi tutto il paese e tanta altra gente. Le gradinate dello stadio sono infatti quasi gia” completamente gremite. L”altare e” stato allestito sotto a un tendone nei pressi dell”ingresso dell”impianto. A celebrare la messa sara” l”arcivescovo emerito di Perugia monsignor Giuseppe Chiaretti. Sulla bara e” stato collocato un grande cuscino e una maglietta con il nome del pilota e il numero con il quale correva, l”otto. Tutto di colore bianco. Accanto all”altare la moto, il casco e una tuta di Antonelli. Monsignor Chiaretti ha quindi sottolineato che “un caro amico di tutti si e” spento in maniera tragica e preghiamo quindi per lui”. “Lo abbiamo amato e lo amiamo – ha aggiunto – perche” era un bravo ragazzo. Chiediamo perdono non per le sue ma per le nostre colpe””.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*