Castiglione del Lago, 2 Rom arrestati in flagranza per furto in abitazione

Spaccia metadone nel centro storico di Foligno, arrestato dai Carabinieri
Spaccia metadone nel centro storico di Foligno, arrestato dai Carabinieri

Nell’ambito di una serie di servizi coordinati dal Comando Provinciale di Perugia, finalizzati ad intensificare il contrasto e la repressione dei reati di tipo predatorio, nella serata di ieri, 10 luglio, durante uno specifico servizio di controllo del territorio rivolto proprio alla prevenzione dei reati contro il patrimonio, a Castiglione del Lago, frazione Panicarola, i Carabinieri della locale Stazione, insieme ai colleghi della Stazione di Paciano ed a quelli del N.O.RM. della Compagnia di Città della Pieve, hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di furto in abitazione, due giovani Italiani di etnia ROM, entrambi domiciliati a Firenze, il 24enne S. H., operaio e D. E., 21enne, disoccupato.
I militari, che sono intervenuti a seguito di una segnalazione telefonica per un furto “in atto” in un’abitazione della frazione Panicarola, di Castiglione del Lago, hanno sorpreso i due ventenni mentre tentavano di fuggire per le campagne, dopo aver consumato il furto all’interno della casa di proprietà di due anziani pensionati del luogo.
Come già accaduto in passato, è stata fondamentale la collaborazione di alcuni vicini di casa, che hanno informato i primi Carabinieri giunti sul posto, che i due malviventi si trovavano ancora nell’abitazione, dalla quale, pochi istanti dopo, sono infatti stati visti fuggire.
I due giovani, al termine di approfonditi accertamenti, volti alla loro completa identificazione, sono anche risultati gravati da numerosi precedenti specifici per reati contro il patrimonio.
Poco distante dal luogo in cui sono stati raggiunti e catturati i due topi d’appartamento, è stata anche recuperata l’intera refurtiva, contenuta in una federa per cuscino e costituita da 99,00 euro in monete, orologi e vari monili d’oro, per un valore di circa 2.000,00 euro, che era stata abbandonata dai due giovani nel darsi alla fuga.
Tutta la refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario, nel momento in cui si è recato in caserma per denunciare il furto.
I due arrestati, una volta terminate tutte le procedure, sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della Compagnia di Città della Pieve, in attesa del rito direttissimo, che si terrà nella giornata odierna.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*