Carceri umbre, Verini (PD): “Oggi circa 400 detenuti in meno rispetto a 2012”

Nel 2010, nel 2011 e 2012 la popolazione delle 4 carceri umbre Terni, Spoleto, Orvieto e Perugia era di 1680 persone

Carceri umbre, Verini (PD): “Oggi circa 400 detenuti in meno rispetto a 2012”

“Nel 2010, nel 2011 e 2012 la popolazione delle 4 carceri umbre Terni, Spoleto, Orvieto e Perugia era di 1680 persone, con i provvedimenti legislativi adottati oggi, al 31 dicembre 2015, la popolazione in carcere ammonta a 1224, circa 400 persone in meno”. Lo ha detto il Capogruppo PD in Commissione Giustizia, Walter Verini, sabato 6 febbraio, in una conferenza stampa avvenuta in carcere dopo una visita ispettiva effettuata nella struttura insieme al Sottosegretario agli Interni, Giampiero Bocci, con l’assessore Luca Barberini, la direttrice del carcere di Perugia, Bernardina di Mario, e alcuni detenuti.

“A Capanne da 545 oggi – ha specificato – siamo passati a 203 detenuti presenti a dicembre 2015. QuestO è il frutto di una politica per combattere il sovraffollamento. E’ una battaglia vinta sul piano nazionale e regionale, ma siamo solo all’inizio”. Verini ha poi parlato delle formazione in carcere e della sua utilità: “credo sia doveroso investire non solo in umanità, ma rispettare la Costituzione. Se uno va in carcere – ha detto – è giusto che sconti una pena se ha sbagliato, però la Costituzione dice che in carcere deve essere rieducato e reinserito. Ecco che il lavoro, la formazione, la socializzazione, lo sport, la mediazione culturale sono anche delle cose che vanno praticate, implementate nelle nostre carceri. Investire in queste cose significa che se un detenuto un mestiere in carcere, quando esce non torna a delinquere. L’80 per cento di coloro che frequentano un corso di formazione in carcere – ha concluso – non tornano a commettere in reati”.
 
INTERVENTO DI WALTER VERINI (VIDEO)

INTERVENTO SOTTOSEGRETARIO GIANPIERO BOCCI
 
“In Umbria e non solo, sul tema delle carceri vengono coinvolti diverti livelli istituzionali. Parlamento, governo e regione insieme per cercare di dare risposte a una serie di bisogni della nostra comunità regionale”. Lo ha detto l’assessore Luca Barberini durante il suo intervento. Parlando poi dei detenuti, ha spiegato: “Dobbiamo dare la speranza che ci sia un domani e che sia diverso rispetto a quello che è stato prima dell’esperienza del carcere, quindi il carcere deve essere anche un opportunità per facilitare il reinserimento nella nostra società”.

Carceri umbre

 
INTERVENTO DI WALTER VERINI (VIDEO)

 
INTERVENTO DELL’ASSESSORE LUCA BARBERINI (VIDEO)

#streamago

Pubblicato da Marcello Migliosi su Sabato 6 febbraio 2016

 

“Il complesso carcerario di Capanne è profondamente mutato grazie soprattutto agli interventi normativi che sono stati fatti”. Sono le parole della direttrice della casa Circondariale di Capanne durante il suo intervento alla conferenza stampa.

“Il luogo di detenzione oggi, con i nuovi provvedimenti normativi, non è più la cella, ma è tutto il carcere. Una volta il detenuto scontava la sua pena in cella, 24 ore su 24. Adesso non è più così. Sono veramente grata – ha aggiunto la direttrice – ai parlamentari umbri e alla regione per l’attenzione che ha sempre dimostrano”.

All’interno del carcere di capanne tante sono le attività svolge dai detenuti, sia all’interno della struttura sia all’esterno. “Investire dentro l’istituto – ha detto ancora Di Mario – vuol dire investire anche in termini di sicurezza. L’anno scorso grazie ai fondi della Comunità Europea, all’interno dell’istituto sono stati fatti ben 5 corsi di formazione che hanno visto la partecipazione di oltre 70 detenuti. Alcuni detenuti lavorano anche all’esterno del carcere, altri si occupano di attività all’interno della struttura, come la pulizia degli uffici della direzione. La chiusura, la segregazione creano disordine, il disordine crea insicurezza, l’ordine crea sicurezza. Sono veramente grata alle amministrazioni, ai politici e a tutta la città, questi risultati – ha concluso – possono essere raggiunti solamente se c’è una filiera congiunta di persone che ci credono”
 

#streamago

Pubblicato da Marcello Migliosi su Sabato 6 febbraio 2016

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*