Carabinieri, sicurezza: identificate 165 persone e controllati 142 mezzi

Nella nottata appena trascorsa, i carabinieri della Compagnia di Perugia, coadiuvati dai militari delle unità di rinforzo del 4° Battaglione Veneto, hanno dato attuazione a un dispositivo di controllo del territorio a largo raggio teso a infrenare i reati in genere nell’ambito del territorio, con particolare attenzione ai furti in abitazione e presso gli esercizi commerciali.

Un importante servizio preventivo voluto dal Comandante Provinciale Cosimo Fiore, che ha disposto l’intensificazione delle misure di prevenzione attraverso l’esecuzione di posti di controllo e pattugliamenti nei luoghi e nelle fasce orarie in cui sono maggiormente commessi quei reati che destano particolare allarme sociale.

I militari, così, per l’intera fascia oraria notturna hanno pattugliato numerose aree del centro storico e le zone più sensibili della periferia del capoluogo umbro, effettuando posti di controllo alla circolazione stradale, anche con l’impiego dell’etilometro, lungo le principali reti urbane, residenziali e periferiche.
Nel corso del servizio coordinato sono state identificate complessivamente 165 persone e controllati 142 mezzi.

Sono state, invece, deferite in stato di libertà tre persone:
– un romeno di 20 anni, domiciliato a Perugia, nullafacente e irregolare, privo di precedenti penali, è stato denunciato per i reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane, nel corso degli accertamenti finalizzati alla sua identificazione, opponeva fattiva resistenza ai militari nel tentativo di darsi alla fuga e sottrarsi al controllo degli operanti, sferrando calci e spruzzando lo spray antiaggressione al peperoncino contro i militari operanti che, tuttavia, riuscivano immediatamente a bloccarlo;

– un 31enne marocchino, senza fissa dimora, nullafacente ed irregolare sul territorio nazionale, già noto alle cronache giudiziarie locali, è stato invece denunciato per inosservanza dei provvedimenti dell’A.G. e per porto abusivo di armi. L’uomo, infatti, fermato in questo centro nel corso di tali controlli, è stato trovato in possesso di un coltello in acciaio. Condotto presso gli uffici del comando compagnia, da accertamenti più approfonditi è risultato, altresì, inottemperante ad un provvedimento del Tribunale di Perugia che disponeva nei suoi confronti il divieto di dimora nella regione Umbria;

– un 20enne studente, originario del capoluogo umbro, infine, è stato deferito in stato di libertà poiché resosi responsabile del reato di giuda in stato di ebbrezza alcolica, essendo stato sorpreso alla guida dell’autovettura con un tasso alcolemico superiore alla norma. La patente di guida gli è stata ritirata mentre il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo.

E’ stata, inoltre, segnalata alla Prefettura di Perugia una 28enne perugina, impiegata e priva di precedenti penali, per uso personale di sostanze stupefacenti, venendo trovata in possesso di un grammo di cocaina che veniva sequestrata.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*