CARABINIERI: CONTROLLI E PRESENZA SUL TERRITORIO PER UN WEEKEND PIÙ SICURO

images(UJ.com3.0) PERUGIA – Oltre un centinaio gli uomini impiegati nel fine settimana appena trascorso dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Perugia nei servizi di controllo del territorio estesi all’intera provincia e finalizzati a contrastare i fenomeni delinquenziali più ricorrenti e che ingenerano maggiore insicurezza tra i cittadini. Le articolazioni territoriali e i reparti speciali dell’Arma, i militari della CIO (Compagnia di Intervento Operativo) del 6° Battaglione Toscana di Firenze, dei Nuclei Ispettorato del Lavoro e Antisofisticazione e Sanità di Perugia, hanno assicurato una presenza costante sugli obiettivi considerati più a rischio e specifici controlli in tema di legislazione sociale, lavoro e salute pubblica. Controllati locali notturni, luoghi di aggregazione sociale e le maggiori arterie stradali. Oltre 500 le persone identificate, di cui 3 sono state tratte in arresto, 21 denunciate a piede libero (quindici gli automobilisti positivi all’alcol test e tre quelli sotto l’effetto di droghe) e 4 segnalate per l’uso personale di sostanze stupefacenti. Sanzioni amministrative per un importo di oltre 2500 euro sono state elevate per violazione delle norme sul collocamento al lavoro e di quelle anti fumo nei locali pubblici.

Sul fronte della sicurezza nelle strade, sono stati oltre 300 i veicoli controllati: 8 quelli sottoposti a sequestro, 33 le violazioni al C.d.S. contestate e 10 i documenti di circolazione ritirati.
Nel dettaglio le attività di maggior rilievo:

 la Compagnia di Perugia ha arrestato un pregiudicato albanese di 23 anni per resistenza e violenza a pubblico ufficiale perché durante il controllo si scagliava contro i militari causando ad uno di essi la distorsione della mano destra per 15 giorni di prognosi e denunciato, inoltre, un coe0taneo della stessa nazionalità trovato in possesso di un coltello a serramanico;

 la Compagnia di Assisi ha tratto in arresto un giovane automobilista italiano che nel corso del controllo evidenziava chiari sintomi legati all’assunzione di droga. Scontate le perquisizioni, anche del veicolo e nel domicilio, che hanno consentito agli operanti di rinvenire nella sua disponibilità due grammi di eroina e altrettanti di cocaina nonché 9 flaconi di metadone, bilancini di precisione e altro materiale utilizzato per il confezionamento dello stupefacente. Il giovane è stato anche denunciato per guida senza patente e per avere condotto il veicolo sotto l’influenza di sostanze stupefacenti.

A finire in manette è stato, però, anche lo spacciatore: gli immediati accertamenti posti in essere hanno consentito agli investigatori di risalire a colui il quale poco prima gli aveva ceduto lo stupefacente, un tunisino clandestino, trovato in possesso di 5 grammi di eroina e di denaro contante, sicuro provento dell’attività di spaccio. Entrambi verranno processati con rito direttissimo presso il Tribunale di Perugia.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*