Carabinieri Assisi ritrovano un turista americano, era scomparso

ARRESTATO, violenta lite

ASSISI – E’ di ieri la notizia del ritrovamento di un anziano signore americano da parte dei militari della Stazione Carabinieri di Assisi e del quale dalle prime ore del pomeriggio si erano perse le tracce. L’uomo, originario della California ed in vacanza con la comitiva, dopo la visita alle più rinomate basiliche del luogo si è allontanato dal gruppo ed è letteralmente scomparso. La cosa che ha destato da subito maggiore preoccupazione era legata all’età dell’uomo, alla sua scarsa dimestichezza con la lingua italiana ed al fatto che, secondo le prime ricostruzioni degli inquirenti, quando il turista si è allontanato era privo di documenti e di telefono cellulare.

E’ stata la guida turistica ad allertare i militari che da subito hanno avviato l’attività di ricerca. Non avendo alcuna fotografia dell’uomo, i Carabinieri hanno contattato l’hotel dove il turista alloggiava insieme al resto della comitiva ed hanno acquisito la copia della foto contenuta nel passaporto. La foto è stata così diramata a tutte le pattuglie presenti sul territorio e in tempi brevi, grazie agli uomini della Stazione di Assisi guidata dal Lgt. Bruno Versace l’uomo è stato ritrovato, un po’ spaesato ma in ottime condizioni di salute. Tutti hanno così potuto tirare un sospiro di sollievo e proseguire la loro vacanza.

Da sempre la Benemerita costituisce un punto di riferimento sicuro per la tutela della legalità, la prevenzione ed il contrasto della criminalità: numerose al riguardo le manifestazioni di riconoscenza e gratitudine espresse anche dalla collettività assisana agli uomini della Compagnia guidata dal Maggiore Marco Sivori. In questo contesto la Stazione Carabinieri, caratterizzata dalla tradizionale vocazione di vicinanza alla popolazione rappresenta a tutti gli effetti il primo e più importante anello dell’organizzazione territoriale dell’Istituzione. I militari dell’Arma hanno dato anche in questa circostanza, ampia dimostrazione di vicinanza alla popolazione e alle esigenze di migliaia di turisti proveninenti da ogni parte del mondo che in questo particolare periodo dell’anno affollano la serafica città.

E’ importante in questi casi avere sempre con sé una copia dei propri documenti di identità, un recapito telefonico di un parente o di un altro componente della comitiva e recarsi, qualora ci si renda conto di avere perso l’orientamento, presso il più vicino ufficio di Polizia, consigli questi che sarebbe auspicabile venissero puntualmente sensibilizzati da parte delle guide turistiche stesse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*