Carabiniere agli arresti domiciliari per violenza sessuale

L'indagine è ancora in corso nel massimo riserbo

Legale Maori ha risposto al gip, lungo interrogatorio

Carabiniere agli arresti domiciliari per violenza sessuale

Un carabiniere di Gualdo Tadino è stato messo agli arresti domiciliari nell’ambito di un’indagine condotta da personale dell’Arma, nella quale vengono ipotizzati i reati di violenza sessuale e adescamento di minorenni. E’ stata così eseguita un’ordinanza di custodia cautelare del gip di Perugia. I fatti contestati al carabiniere risalgono al 2015.

In particolare e’ accusato di aver avuto rapporti sessuali con una prostituta in caserma e con una giovane affetta da problemi psichici. L’indagine degli stessi carabinieri e’ scaturita da un precedente procedimento sempre a suo carico. Nei prossimi giorni l’indagato, difeso dall’avvocato Nicola Di Mario, verra’ sentito dal gip. “E’ necessario acquisire almeno gli atti di indagine sui quali si basa l’ordinanza cautelare prima di fare qualsiasi commento”, si e’ limitato a dire il legale.

L’indagine che ha portato ai domiciliari il militare è stata condotta dai carabinieri del Comando provinciale di Perugia, guidato dal colonnello Cosimo Fiore, attraverso le sue varie articolazioni.

Subito dopo la prima denuncia a carico dell’indagato questo era stato trasferito. Per lui viene ora valutata anche la sospensione.

Gli elementi emersi sempre nella prima denuncia sono stati approfonditi dagli investigatori dell’Arma e hanno portato la Procura di Perugia a chiedere e ottenere dal gip l’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari. L’indagine è ancora in corso nel massimo riserbo.

carabiniere

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*