Campagna contro abusivi, Amministrazione Città di Castello fa flop

Secondo La lega Nord, la Giunta vive in un'altra realtà

Campagna contro abusivi, Amministrazione Città di Castello fa flop

Campagna contro abusivi, Amministrazione Città di Castello fa flop  CITTA’ DI CASTELLO – “Prima l’annuncio di un task force serrato contro l’abusivismo alle Fiere di S.Florido, poi la soddisfazione per i risultati raggiunti durante la manifestazione in termini di legalità e sicurezza: l’amministrazione comunale di Città di Castello continua a raccontare una realtà diversa da quella vissuta dai suoi cittadini, ha una visione fin troppo positiva in cui si rispettano le regole e ci sono presidi costanti sul territorio. Peccato che fotografie e video fatti durante un nostro sopralluogo alle Fiere, documentino il contrario”.

E’ una presa di posizione dura quella della Lega Nord che insorge se si prende in giro l’intelligenza dei tifernati. “L’amministrazione comunale non può distorcere la realtà per coprire l’ennesimo flop – affermano i consiglieri comunali Marchetti e Mancini – perché è palese che i protagonisti delle Fiere di S.Florido non erano gli ambulanti ma i venditori abusivi. Ci chiediamo che credibilità possa avere un’amministrazione comunale che annuncia una serrata campagna contro l’abusivismo se poi fotografie e video testimoniano l’evidente flop? Il fenomeno dei venditori abusivi va contrastato e non lo si fa con dei volantini, ma con un’azione concreta, volta all’incremento del numero di forze dell’ordine e ad un controllo più selettivo sulla concessione e il rinnovo dei permessi di soggiorno.

Occorre intervenire in tema di sicurezza e decoro urbano perché è palese – continuano Marchetti e Mancini – che la presenza copiosa e asfissiante di certi soggetti oltre a rappresentare una forma di microcriminalità, a ledere le attività commerciali del territorio, è pure un danno di immagine notevole per la nostra città.

Non c’è più rispetto per chi lavora onestamente, i commercianti hanno versato nelle casse comunali centinaia di euro per occupare il suolo pubblico, quando a più di un centinaio di abusivi è stato concesso di vendere, indisturbati, la loro merce contraffatta: dove sono i controlli? Chi tutela i legittimi interessi della categoria? L’autorità di Pubblica Sicurezza e il personale di Polizia Municipale debbano essere lasciati liberi di agire e non sottostare alla politica dell’invasione voluta dal Governo Centrale e a quanto pare, visti i risultati, anche da quello locale”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*