Caldo in Umbria, 195 accessi al Pronto soccorso, molti sono pazienti anziani

Le loro condizioni si sono aggravante a causa del caldo intenso di questo periodo

Caldo in Umbria, 195 accessi al Pronto soccorso, molti sono pazienti anziani

Caldo in Umbria, 195 accessi al Pronto soccorso, molti sono pazienti anziani

PERUGIA – Il monitoraggio delle conseguenze dirette e indirette del caldo delle ultime 48 ore ha permesso di evidenziare un incremento di accessi al Pronto Soccorso del Santa Maria della Misericordia di poco inferiore al 10 per cento rispetto alla media giornaliera.

A comunicarlo, attraverso una nota dell’ufficio stampa, è il direttore dello stesso Pronto Soccorso Mario Capruzzi, che ha escluso casi di insolazioni per eccessiva esposizione al sole da parte di lavoratori e villeggianti, come invece accaduto negli anni scorsi, nello stesso periodo. “La maggiore criticità – sottolinea Capruzzi – è rappresentata dall’aumento dei pazienti ricoverati con codice  giallo, che sta ad indicare una media gravità in soggetti che presentano pluripatologie”.

Nello specifico, negli ultimi giorni a fronte di una media di 170-175, il “triage” del Pronto Soccorso ha registrato 195 accessi e nella maggioranza dei casi hanno riguardato pazienti anziani, le cui condizioni si sono aggravante proprio come conseguenza del caldo intenso di questo periodo.

Il monitoraggio ha permesso anche di registrare che i due periodi della giornata con maggiore affluenza di pazienti che arrivano alla osservazione dei sanitari sono quelli dalle 11 alle 12 e dalle 18 alle 19. In ogni caso la stessa nota ribadisce che la direzione sanitaria ha approntato un piano per garantisce la messa sicurezza dei pazienti e che al momento non risulta alcuna  criticità per quanto riguarda i posti letto.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*