Cacciatori in attività in provincia di Perugia, 14 i verbali elevati

Caccia

Oltre 150 controlli, 14 verbali elevati per violazioni su distanze da abitazioni, mancate annotazioni capi abbattuti e raccolta bossoli, caccia all’interno di allevamenti di selvaggina ed infrazioni amministrative in questa prima domenica di avvio ufficiale della stagione venatoria 2014-2015. Lo rendo noto il vice-comandante della Polizia Provinciale di Perugia, Dario Mosconi, che sottolinea il lavoro svolto senza sosta dalla centrale operativa, istituita dall’ente, per dare risposte immediate e tempestive ai cittadini e ai cacciatori i quali potranno effettuare ogni segnalazione al n. 075/32111. “Oltre 15 le pattuglie che oggi sono state dislocate sul territorio provinciale – ha aggiunto Mosconi – operative su diversi turni”. “Come sempre la nostra Polizia è al servizio della collettività affinché l’inaugurazione della stagione venatoria avvenga nel migliore dei modi – dichiara il presidente della Provincia, Marco Vinicio Guasticchi -.

Confidiamo però soprattutto nella collaborazione dei cacciatori non solo per il regolare svolgimento dell’attività, ma anche per svolgere il ruolo fondamentale di tutela ambientale, segnalando, ad esempio, la presenza di discariche abusive o altre violazioni di legge. Una sinergia tra Polizia provinciale e cacciatori che negli ultimi anni ha portato a risultati importanti”. “Resta il fatto che l’inizio della stagione venatoria – aggiunge Guasticchi -, rappresenta la sintesi di un lavoro molto complesso che ha impegnato e impegna la struttura della Provincia di Perugia per garantire e diffondere la cultura della legalità e della sicurezza, oltre che per creare una nuova consapevolezza tesa a fare dei cacciatori autentici cultori dell’ambiente”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*