Bracconiere getta dall’auto due cinghiali appena abbattuti

Bracconiere getta dall'auto due cinghiali appena abbattuti
Bracconiere getta dall'auto due cinghiali appena abbattuti

Bracconiere getta dall’auto due cinghiali appena abbattuti
Due distinte operazioni di controllo sull’attività venatoria hanno vista impegnata nella giornata di ieri la Polizia provinciale di Perugia. Il fatto più eclatante si è verificato nel comprensorio di Todi, nel corso di un servizio notturno di antibracconaggio.

In località San Damiano, gli agenti provinciali hanno scorto una vettura sospetta muoversi a velocità sostenuta, all’interno della zona di ripopolamento e cattura. Il mezzo si stava infatti lanciando all’inseguimento di cinghiali, riuscendo ad abbatterne due. Ne è scaturito un breve inseguimento, nel corso del quale il conducente dell’auto, prima di venire fermato, si è liberato dei capi uccisi, lanciandoli fuori dall’abitacolo.

Bloccato dagli agenti provinciali, il cacciatore si è visto contestare una serie di reati, quali caccia all’interno di z.r.c., caccia in epoca di divieto e caccia con mezzi non consentiti.

Per il mezzo di trasporto è inoltre scattato il sequestro penale. Un’altra denuncia per caccia in giornata di divieto venatorio, sempre nella giornata di lunedì, è scattata in località Piccione di Perugia, dove un uomo è stato sorpreso a cacciare fagiani.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*