Beata Lucia di Narni replica al Wwf e Italia Nostra

BEATAluciaNARNICon riferimento ai recenti articoli di stampa, ove, tra l’altro, si riportano pesanti apprezzamenti sull’operato di questa Istituzione per quanto concerne la gestione della proprietà agricola, si ritiene di dover precisare anzitutto che i terreni sono stati affittati a mezzo asta pubblica per essere adibiti esclusivamente a coltivazioni agricole compatibili: condizione che l’affittuario si è contrattualmente impegnato ad osservare scrupolosamente.

Il digestato, oggetto delle operazioni di travaso su alcuni terreni di proprietà di questa APSP, proveniente da impianto a biogas, sulla base della documentazione che l’affittuario ha prodotto ai Comuni di Narni e San Gemini; all’Amministrazione Provinciale di Terni e all’ARPA in data 30.01.2014, si caratterizza quale concime fertilizzante, rispondente alle caratteristiche previste dalla vigente normativa.

Questa Azienda, al fine di verificare la correttezza di tutto quanto innanzi, si è attivata sin dal 21.02.2014 ed ha nominato un tecnico di fiducia, nella persona del Dr. Maurizio Borseti, con l’incarico di verificare la situazione e relazionare in merito.

Sulla base di tale verifica saranno adottate le determinazioni che si dovessero rendere necessarie.

L’articolo

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*