Unipegaso

Barista e cliente si prendono per i capelli a causa del videopoker, è successo in un bar a Perugia

La ludopatia produce anche questo, lite furiosa in un bar di via Pievaiola

Barista e cliente si prendono per i capelli a causa del videopoker, è successo in un bar a Perugia

Barista e cliente si prendono per i capelli a causa del videopoker, è successo in un bar a Perugia

La polizia è intervenuta in un pubblico esercizio di via Pievaiola per sedare una violenta lite scaturita per la gestione di una slot-machine. I protagonisti sono una cliente e la barista. La cliente è una assidua frequentatrice e passa molti pomeriggi al videopoker. Quella sera, dopo aver già speso una discreta somma, circa 400 €, si reca al cambiamonete per prelevarne altre, intenzionata a proseguire il gioco, ma l’apparecchio si inceppa; chiede quindi alla barista altre monete che le vengono fornite. Presto finiscono anche quelle monete e non può continuare a giocare per la mancanza di spicci: allora chiede alla barista di bloccare l’utilizzo del videopoker per poter proseguire l’indomani.

La barista riferisce che non è possibile. Poco dopo arriva un altro cliente che prova a giocare ma la slot è bloccata: qualcuno ha inserito della carta nella fessura delle monete impedendo al gioco di riprendere.

La barista va su tutte le furie: prova a rimuovere l’ostruzione, ma interviene la cliente intimandole di bloccare l’apparecchio. La barista la aggredisce verbalmente chiedendole di lasciare il locale; la cliente reagisce: ne nasce una colluttazione e si prendono per i capelli. L’arrivo della Volante riporta la calma: per fortuna non ci sono conseguenze serie. Entrambe in Questura formalizzano denuncia-querela per i reati di ingiuria, lesioni e minacce riferendo entrambe di essere state aggredite: saranno decisive le testimonianze degli altri clienti del locale che hanno avuto modo di assistere alla lite.

Barista e cliente

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*