Badante romena deruba malata di alzheimer, arrestata

Rapinano abitazione di un'anziana a Foligno, bloccati
Rapinano abitazione di un'anziana a Foligno, bloccati

Nella nottata appena trascorsa i Carabinieri della Stazione di Terni hanno tratto in arresto in flagranza di furto aggravato una 46enne badante romena recuperando gioielli vari che la donna aveva sottratto all’anziana che accudiva.

Nella tarda serata di ieri infatti una coppia di sorelle chiedeva al 112 l’intervento di una pattuglia dell’Arma presso l’abitazione della loro anziana madre malata di alzheimer per dei problemi con la relativa badante straniera. Le richiedenti, una 52enne e la sorella 50enne entrambe originarie della provincia di Roma, all’arrivo dei militari presso l’abitazione indicata, ubicata a Terni nel quartiere Villaggio Matteotti, rappresentavano loro la volontà di licenziare ed allontanare dalla casa, dove la stessa dimorava, la 46enne badante che invece insisteva per rimanere. Le donne spiegavano di non volersi più avvalere dell’assistenza della straniera perché quel giorno stesso alla madre all’ospedale di Narni erano state riscontrate delle lesioni ad una gamba con una prognosi di 10 gg e perché recentemente era spariti dall’abitazione monili ed oggetti vari.

La badante, poco dopo l’arrivo dei militari, cambiava idea e, presi i suoi 2 borsoni, faceva di tutto per allontanarsi subito dalla casa. Tale atteggiamento non convinceva i Carabinieri che a questo punto, sulla scorta di quanto riferito dalle richiedenti, decidevano di verificare il contenuto del bagaglio della donna. L’ispezione effettuata all’interno dei bagagli della badante faceva saltare fuori monili ed oggetti vari presi da quella casa, che venivano restituiti alle sorelle, nonché altri monili che, non sapendo la straniera giustificarne la provenienza, venivano sequestrati.

La romena, che veniva pertanto arrestata per furto aggravato e denunciata in stato di libertà per ricettazione e sulla quale si svolgeranno ulteriori accertamenti in merito alle lesioni riportate dall’anziana, è stata trattenuta, in attesa della direttissima odierna, presso una delle camere di sicurezza di questo Comando.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*