Autopsia per Vincenzo Tancini, c’è un indagato

E’ stata disposta dalla Procura di Perugia l’autopsia sul corpo di Vincenzo Tancini, morto nella notte tra sabato e domenica, per un incidente in moto in via Pinturicchio. Il pubblico ministero Giuseppe Petrazzini ha iscritto nel registro degli indagati per omicidio colposo il proprietario dell’auto parcheggiata in via Pinturicchio. E’ lì che ha terminato la sua corsa la Yamaha guidata da Tancini. Il giovane aveva lasciato la macchina in sosta vietata lungo una corsia riservata agli autobus.
I tifosi della Curva Nord hanno esposto degli striscioni per salutare il Tancio, così per gli amici. Dj Ralf ha annullato l’evento al BellaCiao.

La ragazza che era con lui sulla moto, intanto, è ancora ricoverata nel reparto di Neurologia. Le sue condizioni sono stazionarie.

Il 44enne, intorno alle 2 di notte, ha percorso piazza Matteotti in moto con la ragazza sul sellino (lei era senza casco). Via Alessi era chiusa per la processione della Pasqua ortodossa. Una pattuglia della Municipale ha intimato l’alt a Tancini, ma questi non si è fermato ed ha imboccato via Fani. Non c’è stato alcuno inseguimento. Il centauro ha proseguito il percorso lungo via Bartolo per poi imboccare contromano via Pinturicchio. Qui è avvenuto l’incidente e lo schianto mortale con un’auto in sosta.

Per i funerali del Tancini bisognerà attendere lo svolgimento dell’autopsia che si svolgerà nella mattinata di martedì 14 aprile 2015 all’istituto di medicina legale dell’ospedale di Perugia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*