Attentati Parigi, Umbria blindata, già scattato piano sicurezza

Attentati Parigi, Umbria blindata, già scattato piano sicurezza
Militare controlla Basilica di Assisi

Attentati Parigi, Umbria blindata, già scattato piano sicurezza
Dopo gli attentati a Parigi dalla prefettura in Umbria è stato attuato nella tarda serata di venerdì il piano sicurezza. Sabato si è svolto il primo summit operativo tra il prefetto Antonella De Miro e tutti i vertici delle forze dell’ordine del territorio. Durante la riunione è stato fatto il punto, anche in vista del Giubileo straordinario. Particolare attenzione su alcuni punti sensibili dell’Umbria, l’area di Assisi, l’aeroporto San Francesco, le stazioni ferroviarie, i luoghi di culto e i nodi stradali, a partire dalla E45 e il raccordo Perugia Bettolle.


Formazione per comunicatori e giornalisti - realizzazione siti internet
Scrivi a direttore@marcellomigliosi.it

“Al termine dei lavori è stata disposta – ha riferito il capo di Gabinetto, dottor Angelo Gallo Carrabba – l’intensificazione dei dispositivi di sicurezza ed è stata anche avviata una rapida attività di verifica per capire se le misure in atto sono rispondenti o se andranno diversamente modulate e adeguate nel giro di pochissimo tempo”.

Sono già programmate altre riunioni nei prossimi giorni. Mai come in questo momento la parola d’ordine è prevenzione. Per quanto riguarda la questura di Perugia sono attesi rinforzi nei prossimi giorni proprio in connessione con il Giubileo. Lo ha detto il ministro dell’Interno Angelino Alfano.

Attentati Parigi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*