Ast, Vertenza Umbria, è mobilitazione CGIL CISL UIL

Precari della scuola: i sindacati dai prefetti di Perugia e Terni

Ieri, e ce ne siamo interessati ampiamente, si è svolta la riunione delle strutture confederali e territoriali dei sindacati. A partire dall’esigenza di costruire una risposta, che valorizzando la piattaforma elaborata, difenda l’apparato produttivo e la coesione sociale della nostra Regione, i sindacati hanno organizzarsi così: assemblee in tutti i luoghi di lavoro sulla piattaforma regionale e su quella nazionale incentrata su previdenza e fisco.

Iniziative di mobilitazione e di confronto in tutte le città dell’Umbria.

Sostegno alla mobilitazione di Terni per il 4 settembre, data del confronto al ministero per lo sviluppo economico. La definizione di un focus sulla chimica e iniziative a sostegno della fascia appenninica.

Sostegno alle iniziative tese a difendere il Welfare e la coesione sociale. Incontro delle segreterie regionali dei sindacati il 5 settembre per dare una risposta adeguata alle impostazioni che emergeranno nell’incontro del 4 sull’Ast.

Preparazione di uno sciopero generale regionale dell’Umbria. Incontro e coinvolgimento con i Segretari generali nazionali di CGIL CISL UIL Camusso, Bonanni e Angeletti anche con l’obiettivo di cerare un forte raccordo tra la mobilitazione regionale e nazionale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*