Artificieri Carabinieri fanno brillare due ordigni artigianali a Perugia

le cipolle, cosiddette, erano nel giardino di un pensionato, preso di mira da sconsiderati

Artificieri Carabinieri fanno brillare due ordigni artigianali a Perugia

Artificieri Carabinieri fanno brillare due ordigni artigianali a Perugia PERUGIA – Nel tardo pomeriggio di ieri, gli artificieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Perugia, unitamente a personale del Radiomobile della Compagnia di  Perugia, sono intervenuti presso un’abitazione privata situata a Elce,  di proprietà di un pensionato che, poco prima aveva allertato il 112 – Centrale Operativa dello stesso comando.

Il proprietario ha rinvenuto, all’interno del giardino di propria pertinenza, alcuni crateri nel terreno, provocati dallo scoppio di artifizi pirotecnici di notevole potenza, lanciati la notte del 31 dicembre da alcuni sconsiderati, abitanti, verosimilmente, in qualche abitazione vicina, verso l’interno del giardino dello stesso. Non solo ma, dopo aver notato i crateri, il pensionato ha anche rinvenuto due cilindri inesplosi, di dimensioni 5×3 cm, dalla sommità dei quali, fuoriusciva una miccia pirotecnica di circa 15 cm.

L’intervento del personale specializzato dell’Arma ha consentito di individuare i due ordigni artigianali che erano stati accesi, lanciati e non esplosi; pertanto, dopo aver delimitato e posto in sicurezza la zona, ed aver verificato che non ve ne fossero altri inesplosi, hanno fatto brillare “le cipolle” che contenevano ognuna circa 20 grammi di miscela pirotecnica. Gli ordigni rudimentali, illegali, sono considerati altamente rischiosi ed in grado di provocare serie e permanenti lesioni.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*