Arrestato tunisino a Città di Castello, aveva accoltellato un connazionale

Arrestato tunisino a Città di Castello, aveva accoltellato un connazionale
Arrestato tunisino a Città di Castello, aveva accoltellato un connazionale

Arrestato tunisino a Città di Castello, aveva accoltellato un connazionale.
Un Tunisino di 32 anni, con pregiudizi penali e senza fissa dimora, è stato arrestato ieri sera dai Carabinieri della Stazione di Città di Castello in collaborazione con i colleghi dell’Aliquota Radiomobile.

Verso le 18.00 circa alcuni cittadini hanno chiamato il 112 riferendo di urla e trambusto provenienti da un abitazione della zona di San Pio di Città di Castello. Una volta giunti sul posto, i Carabinieri hanno accertato che l’uomo identificato nel tunisino, dopo aver sfondato a calci la porta d’ingresso, si introduceva all’interno di essa e, per motivi ancora in corso di accertamento, aggrediva una donna originaria di Città di Castello, scaraventandola a terra e strappandole di mano il telefono cellulare.

A tanto, in aiuto della donna accorreva il suo convivente, anch’egli di origine tunisina, nei confronti del quale l’arrestato sferrava alcuni fendenti con un grosso coltello da cucina, uno dei quali colpiva il malcapitato all’avambraccio sinistro.

Il pronto intervento dei Carabinieri ha permesso pertanto di interrompere l’aggressione in atto ed evitare conseguenze peggiori. Sulle scale dell’appartamento veniva rinvenuto e sequestrato il coltello utilizzato, che peraltro aveva una lama di 15 cm. Lo straniero ferito veniva soccorso da personale del 118 e trasportato presso l’ospedale di Città di Castello, ove veniva ricoverato per le cure del caso.

L’aggressore veniva invece arrestato per i reati di lesioni personali aggravate, violazione di domicilio e furto con strappo, e al termine delle formalità di rito, in ottemperanza alle vigenti normative ed in attesa del processo direttissimo previsto stamani avanti al Tribunale di Perugia, trattenuto in camera di sicurezza.

Arrestato tunisino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*