Arrestato pusher albanese, spacciava cocaina e hashish

Arrestato pusher albanese, spacciava cocaina e hashish
Arrestato pusher albanese, spacciava cocaina e hashish

Arrestato pusher albanese, spacciava cocaina e hashish

Gli uomini della Sezione “Antidroga” della Squadra Mobile e del Reparto Prevenzione Crimine “Umbria e Marche”, diretti rispettivamente da Marco CHIACCHIERA e da Michele SANTORO, hanno formalizzato la cattura di un soggetto pregiudicato albanese particolarmente attivo nello spaccio di sostanze stupefacenti di ogni tipologia su Perugia, già oggetto di un’articolata attività investigativa svolta dal Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Perugia e destinatario, all’esito di tale attività, di ordinanza di custodia cautelare in carcere con diversi capi d’imputazione.

M.E., albanese del 1981, però, non si è fatto sorprendere ed ha deciso di “consegnarsi” alla Polizia, presentandosi spontaneamente, nel pomeriggio di uno dei giorni scorsi, presso gli Uffici della Squadra Mobile, pronto per essere accompagnato in carcere.

L’albanese, che è destinatario, insieme ad altri 17 soggetti tra suoi connazionali, maghrebini e locali, di un provvedimento cautelare, a firma del GIP. di Perugia Dott.ssa GIANGAMBONI, per il quale è stata per lui ritenuta idonea la misura della custodia in carcere a fronte di diversi episodi di spaccio, perfettamente e puntualmente documentati dai Carabinieri a conclusione della loro attività d’indagine.

In particolare, si tratta di alcune cessioni di droga del tipo “cocaina” ed “hashish” effettuate nella primavera e nell’estate del 2013 dall’arrestato, in favore di acquirenti e spesso in concorso con alcuni connazionali, a Perugia ed in zona Ponte Valleceppi.

L’indagine non aveva semplicemente fatto emergere la sua intensa attività di spaccio, ma anche il suo specifico e delicato ruolo di curare, per conto dei vertici del sodalizio criminale albanese, i contatti con i fornitori nonché con i “distributori” al dettaglio, spesso di origine maghrebina.

Numerosi e gravi i trascorsi giudiziarii e di polizia dell’arrestato, segnalato già nel 2000 dai Carabinieri di Castelfranco di Sotto per “rapina”, per “falsità” nel 2002 dalla Questura di Firenze, sempre per “falso” dalla Questura di Roma nel 2003, catturato nel 2003 dalla Polizia di Perugia, nonché nel 2012 dal Norm. Carabinieri di Cerignola, per poi essere nuovamente arrestato dalla Squadra Mobile di Perugia nei giorni scorsi.

Arrestato pusher albanese

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*