Unipegaso

Todi: arrestato pusher

arresto-manette-polizia-120717064309_big(Umbriajournal.com) TODI – Dopo l’arresto dei giorni scorsi di una persona di origini campane che, benché si trovasse agli arresti domiciliari, si dedicava sistematicamente allo spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Todi hanno arrestato un altro pusher.

Questa volta si tratta di un trentenne di origini bulgare, cresciuto a Fratta Todina e poi trasferitosi a Perugia,  che si riforniva di hascisc dal campano poc’anzi citato.

I Carabinieri, nel corso della loro attività investigativa, hanno bloccato, dopo un inseguimento, il bulgaro ed a seguito di perquisizione domiciliare e personale, è stato trovato in possesso di alcune centinaia di grammi di hascisc in panetti, confezionati nello stesso modo di quello sequestrato presso l’abitazione del campano.

La sostanza stupefacente sequestrata al cittadino di origini bulgare, sottoposta ad analisi presso il Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale CC di Perugia, è risultata sufficiente per realizzare 2.404 “Dosi Medie Singole”.

Il trentenne bulgaro è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e ristretto nel carcere di Perugia.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*