Arrestato nuovamente il giovane polacco

La polizia ha eseguito nei suoi confronti una ordinanza di custodia cautelare in carcere

Arrestato nuovamente il giovane polacco

Arrestato nuovamente il giovane polacco

Ieri mattina si è svolto in Tribunale il processo per direttissima nei confronti del 28enne polacco autore, lo scorso 8 dicembre, di una rapina impropria per la quale venne arrestato in flagranza da un agente della Squadra Volante che in quel momento era libero dal servizio e stava passeggiando in Corso Cavour.

In quella occasione, il giovane era stato fermato proprio quando stava per fuggire con lo smartphone appena rubato ad un negoziante; questo genere di furti costituisce senza dubbio la sua specialità, visto che negli ultimi mesi il polacco ne ha realizzati moltissimi, subendo per questo una serie di denunce e di arresti da parte delle forze dell’ordine.

All’esito della direttissima, al giovane è stata applicata la misura degli arresti domiciliari, sicché la Polizia ha provveduto ad accompagnarlo a casa sua, prescrivendogli di non uscirne in assenza della previa autorizzazione del giudice.

Tuttavia, poche ore dopo, è stata emessa, sempre nei confronti del 28enne, una ordinanza di custodia cautelare in carcere, misura disposta dal G.I.P. del locale Tribunale in relazione a ben nove episodi di furto aggravato per i quali sussistono gravi indizi di colpevolezza a carico del giovane.

Va sottolineato che si tratta di episodi consumati, in massima parte, nell’estate del 2015, consistenti per lo più in furti con destrezza, nonché in qualche caso in furti con strappo, realizzati cioè strappando lo smartphone dalle mani della persona derubata.

Le continue razzie del polacco gli hanno dunque fruttato svariati telefoni cellulari, oltre, in un caso, ad un tablet, che era stato sottratto ad un commesso.

Purtroppo per lui, però, la Polizia ha svolto un paziente lavoro finalizzato ad inchiodarlo alle sue responsabilità, raccogliendo le denunce e le descrizioni del ladro da parte delle persone offese, visionando le telecamere degli esercizi commerciali in cui il 28enne aveva colpito e soprattutto ottenendo da molti dei derubati un riconoscimento fotografico del ladro.

Così, a distanza di poche ore dall’ultimo processo per direttissima, la Squadra Volante si è nuovamente portata a casa del giovane e ha provveduto ad accompagnarlo a Capanne, dove è destinato ad un lungo soggiorno.

Arrestato

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*