Arrestato l’aggressore di via del Macello

Il dispositivo di controllo del Territorio messo in atto nella zona della Stazione ieri sera ha consentito alla Polizia di arrestare un giovane marocchino pochi minuti dopo che aveva rapinato con un coltello una giovane per strada.

Gli agenti delle Volanti, mentre pattugliavano il quartiere, venivano informati dalla Sala Operativa che in Via del Macello-angolo Via Sicilia un maghrebino aveva ferito al braccio una giovane per rapinarle il cellulare.

Bloccate tutte le vie che adducono alla zona una volante rintracciava uno straniero corrispondente alla descrizione che si allontanava da Via Simpatica lungo il tragitto contromano per le auto.

Gli agenti posti al suo inseguimento e lo bloccavano impedendogli utilizzare il coltello che aveva già in una mano.

Veniva condotto in Questura e tratto in arresto, in flagranza di reato, per rapina.

La giovane, già soccorsa da un portiere in servizio nella zona, veniva  condotta in ospedale ove le curavano la lieve ferita sanguinante ad un braccio; dopo la dimissione veniva  verbalizzata e le veniva restituito il cellulare.

L’arrestato J. Z. , del ’81, marocchino, già noto alle forze di polizia per reati contro il patrimonio, gli stupefacenti e violazione alle norme sull’immigrazione, dopo che ha avvisato la moglie, una italiana residente a Corciano sposata da poco, è stato associato al Carcere di Capanne a disposizione del P.M. di turno.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*