Anziano morto in rapina: ci sarebbe una sesta persona coinvolta

Ci sarebbe una sesta persona coinvolta nella rapina del 28 aprile scorso in casa del novantunenne Giulio Moracci, morto per soffocamento durante il colpo.

I carabinieri di Terni dopo l’arresto dei due italiani ritenuti i basisti e complici dei tre romeni autori materiali del colpo stringono il cerchio verso un sesto complice.

Da quanto appreso questo potrebbe già essere stato identificato, ma sarebbero in corso altri accertamenti per raccogliere ulteriori elementi. Si tratterebbe di una persona che potrebbe aver fornito agli altri complici dettagli su Moracci e la moglie.

L’amministrazione comunale – in merito alle indagini che hanno portato ai nuovi due arresti – esprime “un plauso e un ringraziamento all’Arma dei carabinieri per l’ottimo lavoro”. Secondo palazzo Spada si tratta di “una risposta alla richiesta di giustizia e sicurezza che la comunità di Terni ha avanzato in queste settimane con fermezza e grande senso di responsabilità”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*