Aggressione carcere Terni: “Non si può continuare cosi”

Detenuto della mafia pugliese aggredisce e ferisce agente a Terni
polizia penitenziaria

Aggressione carcere Terni: “Non si può continuare cosi”
Visita ispettiva questa mattina nel carcere di Terni da parte di una delegazione del primo Sindacato della Polizia Penitenziaria, il SAPPE, per la continua riproposizione di eventi critici tra le sbarre della struttura detentiva di strada delle Campore.

“L’ultimo è l’aggressione a un poliziotto penitenziario, ferito e vittima di una costante violenza assurda e ingiustificata che ha fatto lievitare il numero delle aggressioni contro i Baschi Azzurri.

Ma gli eventi critici constano anche, purtroppo, del suicidio di un detenuto a fine luglio e di quello sventato in tempo dai bravi poliziotti a fine agosto.

Insomma, quel che accade ogni giorno nel carcere di Terni è sintomatico di una ingovernabilità e di una disorganizzazione da parte del direttore del carcere e del Comandante del Reparto di Polizia Penitenziaria rispetto alle quali l’Amministrazione della Giustizia regionale e nazionale non possono continuare a restare inerti ma devono quanto prima avvicendarli con altri dirigenti e funzionari evidentemente più stimolati professionalmente”, commenta il Segretario Generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Donato CAPECE, che guiderà la delegazione sindacale nella visita ai posti di lavoro interni del carcere.

“Non si può continuare cosi. Gli eventi critici sono all’ordine nel giorno. Il personale di Polizia Penitenziaria è stanco e noi raccogliamo il loro grido d’allarme, incontrandoli in assemblea questa mattina!”.

Aggiunge il segretario regionale SAPPE dell’Umbria, Fabrizio Bonino: “Come si può lavorare in queste condizioni, con picchi di stress pazzeschi e il serio rischio di subire in prima persona queste forme di follia detentiva da parte di alcuni detenuti? E perché succedono tutte queste cose a Terni?

Allora che senso ha dire che tutto va bene, come sempre dicono direttore e comandante nonostante la drammatica realtà dei fatti, quasi che il SAPPE fosse visionario? A Terni serve altro, evidentemente. E’ ora di cambiare direttore e comandante, altro che….”.

Il SAPPE ha già preannunciato che invierà questa mattina al Capo dell’Amministrazione Penitenziaria, Santi Consolo, la richiesta di una ispezione urgente da parte del DAP sul carcere di Terni.

Aggressione carcere

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*