Aggrediscono chi li scopre a rubare a Perugia, ladri di bancali arrestati

Ladri in trasferta da Pontedera di Pisa a Perugia, ma gli è andata male

Aggrediscono chi li scopre a rubare a Perugia, ladri di bancali arrestati

Aggrediscono chi li scopre a rubare a Perugia, ladri di bancali arrestati  A rubare a Perugia da Pontedera, arrestati ladri bancali Alle ore 13 di ieri la Sala Operativa della Questura ha dato l’allarme a tutti gli equipaggi di rintracciare un furgone telonato giallo con a bordo due individui che poco prima si erano resi protagonisti di un furto aggravato sfociato in una rapina. Le Volanti si sono posizionate nei vari snodi della città; una lungo il raccordo autostradale Perugia – Bettole nei pressi dell’Uscita di San Faustino a monitorare il transito dei veicoli in direzione Nord, in questo periodo particolarmente rallentato per i cantieri in atto. Poco dopo sopraggiungeva il mezzo in questione e i poliziotti lo bloccavano ponendo di traverso l’autovettura di servizio in modo da impedire l’eventuale fuga del mezzo; gli occupanti venivano prontamente bloccati, messi in sicurezza all’interno dell’autovettura di servizio e condotti in Questura; trasferito anche il loro furgone.

I due uomini, entrambi di Pontedera, venivano identificati per un 37enne italiano, con precedenti di polizia, ed un 26enne marocchino, già autore di un furto di bancali ad un supermercato di Arezzo nel 2015; all’interno del cassone del furgone venivano rinvenuti circa nr. 100 (cento) bancali in legno, di probabile provenienza furtiva. In Questura giungeva il richiedente che riferiva quanto accaduto poco prima. Mentre si accingeva a chiudere il negozio intorno alle ore 13.00, si accorgeva della presenza sospetta di un furgone telonato all’interno del cortile di pertinenza dell’attività commerciale. Notava due persone intente a caricare quattro bancali in legno all’interno del furgone e subito contattava il 113 per richiede l’intervento della Polizia. Nel frattempo, per impedire ai malfattori di scappare, si portava a bordo della sua autovettura e si posizionava in mezzo al cancello, al fine di ostruire il passaggio.

Sopraggiungeva, di lì a breve, il furgone che si fermava in prossimità del cancello, ancora aperto, ed il passeggero scendeva per verificare se ci fosse stato abbastanza spazio per uscire; l’uomo faceva cenno all’autista di passare. Udiva quindi l’urto che provocava il furgone contro la sua autovettura per guadagnare la fuga che riportava diversi danni alla carrozzeria; a quel punto, sebbene spaventato, l’uomo cercava di fermare il ladro, che di tutta risposta cominciava a spintonarlo ed entrambi cadevano rovinosamente a terra; lui rimaneva ferito e chiamava nuovamente la Polizia. Il malfattore riusciva a scappare e risaliva sul furgone, e si allontanava con il complice a forte velocità in direzione Perugia.

Alla luce dei fatti, gli agenti procedevano all’arresto per rapina impropria dei due, vista la loro pericolosità sociale e il fatto che entrambi annoverano precedenti di Polizia specifici. Gli stessi venivano indagati anche per ricettazione in quanto alcuni bancali risultano essere stati probabilmente rubati ad altra attività commerciale al momento non identificata. Nel pomeriggio sono stati trasferiti al carcere di Capanne.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*