Aggrediscono extracomunitario ubriaco davanti caserma carabinieri, denunciati

Due italiani di 42 e 35 anni, residenti nelle Marche, sono stati denunciati dai Carabinieri della Stazione Città di Castello con l’accusa di lesioni personali. Il fatto, alquanto singolare, è accaduto alcune notti fa davanti al portone d’ingresso della Compagnia Carabinieri Città di Castello.

Verso le 02.30 di notte, in un bar poco distante dalla caserma, un nordafricano 36enne in stato di ebbrezza ha iniziato ad infastidire i pochi clienti presenti.

A nulla sono valsi i tentativi del personale di farlo allontanare. L’uomo avrebbe insultato ed importunato anche i due uomini che, nel giro di poco, hanno perso la pazienza ed hanno iniziato ad inseguire l’ubriaco il quale, compreso di aver esagerato, è corso verso la vicina caserma dei Carabinieri convinto che nessuno si sarebbe permesso di fargli del male in quel luogo.

Purtroppo per lui però i due italiani non erano del posto e, accecati dall’ira, non si sono resi conto che la corsa dell’extracomunitario si era fermata perché aveva già suonato al citofono della caserma.

Lo hanno raggiunto ed hanno iniziato a colpirlo con calci e pugni. Fortunatamente però il militare di servizio alla caserma, dopo aver allertato il collega della centrale operativa chiedendo ausilio, si è precipitato fuori immobilizzando a terra i due aggressori (tra l’altro di corporatura robusta) in attesa dei rinforzi, giunti subito dopo.

Il malcapitato 36enne, poi denunciato per ubriachezza molesta, è stato soccorso da un’ambulanza del 118 e trasportato presso il locale ospedale, ove è stato medicato e giudicato guaribile in 15 giorni. I due marchigiani invece, che hanno ammesso di aver realizzato di trovarsi davanti la caserma solo quando hanno visto il Carabiniere in uniforme, sono stati denunciati in stato di libertà per lesioni personali.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*