Aggredisce violentamente compagna, arrestato ternano

La donna, una 45enne di origine brasiliana, aveva già denunciato svariati analoghi episodi verificatisi dal settembre scorso

Quarantenne ai domiciliari malmena convivente, polizia lo arresta

Aggredisce violentamente compagna, arrestato ternano

I Carabinieri della Stazione di Terni alle prime luci del mattino hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali continuate un 32enne ternano che, in stato di ubriachezza, aveva aggredito la propria convivente procurandole delle lesioni.

Poco dopo la mezzanotte un equipaggio dell’Arma della Stazione Capoluogo veniva inviato in un’abitazione del centro storico di Terni presso la quale, come segnalato da un cittadino al “112”, era in corso una violenta lite fra un uomo ed una donna. Nell’arrivare davanti al civico segnalato i militari notavano che stava partendo in quel momento un’ambulanza che, come poi accertato, stava portando la donna vittima dell’alterco al pronto soccorso del Santa Maria per le cure del caso. Davanti all’abitazione i Carabinieri trovavano il relativo inquilino che, in evidente stato di agitazione dovuto ad ebbrezza alcoolica, prendeva a pugni la porta d’ingresso.

I militari, accompagnato il soggetto in caserma, provvedevano a ricostruire minuziosamente l’accaduto. Accertavano che il violento litigio in questione era il seguito di un primo battibecco solamente verbale già avvenuto fra i componenti della coppia circa due ore prima e che aveva comportato l’intervento di un altro equipaggio dell’Arma che era riuscito a sedare gli animi.

Purtroppo poi la situazione si era riaccesa e l’uomo, messa a soqquadro l’abitazione, aveva minacciato ed aggredito la donna colpendola alla testa con un manico di scopa, procurandole delle lesioni con prognosi di 8 giorni.

La donna, una 45enne di origine brasiliana, aveva già denunciato svariati analoghi episodi verificatisi dal settembre scorso, ossia da quando era iniziato il loro legame sentimentale. Quindi l’uomo, già sottoposto alla misura di prevenzione dell’avviso orale e che nel 2013 era stato arrestato in quanto colpito da un’ordinanza di custodia cautelare per reati analoghi, veniva tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali continuate ed associato al carcere di Sabbione.

Aggredisce

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*