Aggredisce Carabiniere, arrestato 49enne spoletino

Nel pomeriggio del 16 settembre u.s., i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Foligno hanno arrestato A.P.L., un 49enne originario di Spoleto ma da diversi anni trapiantato a Foligno, che si era reso responsabile di un aggressione ai danni di graduato dell’Arma dei Carabinieri.

L’episodio si è verificato in Gualdo Tadino, dove un militare dell’Arma che percorreva una stradina locale a piedi mentre era libero dal servizio ed in abiti civili, aveva richiamato un automobilista in transito a mantenere una guida più prudente in un tratto di strada al momento interessato da lavori di asfaltatura.

Infatti, con l’incauta manovra, il conducente dell’utilitaria aveva messo in serio pericolo l’incolumità del carabiniere e delle sue figlie che passeggiavano ai bordi della strada con il padre. Purtroppo il conducente del mezzo, anziché scusarsi per la sua condotta, dopo aver fermato il mezzo iniziava ad inveire contro il graduato che, visto il degenerare della situazione, si qualificava quale appartenente all’Arma dei Carabinieri invitando l’uomo a mantenere la calma.

Incurante degli inviti del carabiniere, A.P.L. non solo non si conteneva, ma anzi, con fare deciso, apriva il cofano della sua autovettura ed afferrava una piccozza di quelle utilizzate dai muratori e con inaudita violenza si scagliava contro il militare colpendolo alla regione scapolare sinistra, nonostante il militare tentasse di deviare il colpo.

In considerazione della reazione spropositata e particolarmente violenta dell’uomo, viste le circostanze di tempo e di luogo, il Carabiniere non accennava ulteriori reazioni ma si preoccupava di allontanare le due bambine per metterle al sicuro.

In questo frangente l’aggressore risaliva in macchina e si allontanava a tutta velocità dal luogo dei fatti nel tentativo di far perdere le sue tracce. Il militare però aveva immediatamente memorizzato la targa del mezzo e pertanto diramava le ricerche a tutti Comandi dell’Arma. Proprio a seguito della segnalazione del carabiniere di Gualdo Tadino, in Foligno un equipaggio del NORM – Aliquota Radiomobile della locale Compagnia intercettava il veicolo e procedeva al suo fermo.

Da un sommario controllo il conducente risultava compatibile con la descrizione fornita, mentre nel veicolo veniva rinvenuto anche l’utensile usato per l’aggressione che era immediatamente sequestrato.

Per tali motivi l’uomo era accompagnato in caserma dove si procedeva al suo arresto per Violenza, Resistenza a Pubblico Ufficiale e Lesioni aggravate. Nel frattempo, il carabiniere era costretto a rivolgersi al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Gubbio dove veniva giudicato guaribile in giorni 18 s.c. per vari traumi ed ecchimosi sia all’avambraccio sx che alla scapola sx. A quel punto per l’arrestato si sono aperte le porte del carcere di Spoleto, dove è stato tradotto in serata.

L’uomo era è già noto all’Arma folignate sin dal 2010, quando si rese autore di un’aggressione ai danni di una donna ed anche in quella circostanza fu arrestato da una pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Foligno.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*