Accoltellamenti di Capodanno, in carcere l’aggressore

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Perugia Capanne a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Accoltellamenti di Capodanno, in carcere l'aggressore

Accoltellamenti di Capodanno, in carcere l’aggressore

I Carabinieri di Umbertide e del Nucleo Operativo della Compagnia di Città di Castello Nel pomeriggio dell’1 aprile hanno arrestato un cittadino albanese 23enne, residente ad Umbertide, in esecuzione di Ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Perugia, su richiesta della locale Procura della Repubblica, in quanto ritenuto responsabile dell’accoltellamento di due persone, avvenuto a Umbertide, nella notte di capodanno ultimo scorso.

Come si ricorderà, a Capodanno, poco dopo la mezzanotte, in una pubblica via di Umbertide, tra un cittadino albanese e un italiano 32 enne, di Umbertide, sarebbe avvenuto un litigio per futili motivi, nel corso della quale l’albanese avrebbe estratto dalla tasca un coltello e colpito al torace l’altro contendente.

Quest’ultimo, immediatamente soccorso da personale del 118, veniva ricoverato con prognosi riservata presso l’Ospedale di Città di Castello, per gli interventi chirurgici del caso. Il malcapitato, comunque, pur avendo riportato gravi lesioni, non era in pericolo di vita.

A seguito di analoga segnalazione da parte del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Umbertide circa l’arrivo in quel nosocomio di un italiano 48enne con una ferita da taglio al braccio, i militari di Umbertide appuravano che sempre lo stesso cittadino albanese, intorno alle ore 2 del 1 gennaio, sempre nel centro abitato di Umbertide, avrebbe avuto un altro litigio con quest’altra persona. Anche in questo caso, i fatti si sarebbero svolti con simili modalità del precedente episodio e, a quanto pare, sempre per banali motivi. Il secondo malcapitato, fortunatamente, subito dopo le cure del caso, veniva dimesso con una prognosi di guarigione di alcuni giorni.

L’imputazione nei confronti dell’arrestato è di tentato omicidio nei confronti di uno delle due persone ferite, oltre che di lesione personali aggravate nei confronti dell’altro, in quanto gli accertamenti medico-legali svolti successivamente permettevano di appurare che l’arma da punta e taglio verosimilmente utilizzata nella circostanza aveva caratteristiche di pericolosità potenzialmente letali.

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Perugia Capanne a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Accoltellamenti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*