A San Sisto di Perugia un covo di spacciatori, uno da poco maggiorenne

PERUGIA –  Da un controllo in un appartamento sospetto di San Sisto alla scoperta di un covo di spacciatori nordafricani. Ieri pomeriggio la Squadra Volante ha trovato, in un immobile che le era stato segnalato, due gemelli tunisini, che da poco hanno raggiunto la maggiore età. I due, che vivono in quell’appartamento assieme al loro fratello maggiore, già noto alla Polizia, hanno dato inequivocabili segnali di nervosismo, sicché gli agenti hanno iniziato un controllo interno. L’impegno dei poliziotti ha dato i suoi frutti, visto che, nelle tasche di una giacca custodita all’interno di un armadio, sono stati rinvenuti circa 5 grammi di cocaina già suddivisi in 8 dosi, un bilancino di precisione e la somma di 300 euro. Nella cucina dell’immobile, invece, vi era un rotolo in cellophane, materiale utile al confezionamento delle singole dosi di stupefacente.

Infine, le Volanti hanno recuperato ben sei telefoni cellulari, in gran parte spenti, sulla cui provenienza i due gemelli tunisini non hanno fornito spiegazioni convincenti. Interrogati su chi fosse il possessore della giacca, nessuno dei due l’ha rivendicata, né ha chiamato in causa il fratello maggiore, che al momento dell’intervento delle Volanti non era in casa. A questo punto, considerata la quantità non ingente di cocaina rinvenuta e il fatto che nessuno dei gemelli è gravato da precedenti in materia di droga, la Polizia ha proceduto a denunciare a piede libero i due giovanissimi per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Al contempo, essendo rimasti dubbi sulla posizione e sulle responsabilità del loro fratello maggiore, anch’egli è stato denunciato, in stato di irreperibilità, con la medesima accusa. Infine, gli agenti hanno sequestrato droga, denaro, bilancino e telefoni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*