Due espulsioni sulle spalle, marocchino ancora in Italia, denunciato

L'africano era a bordo di una Bmw alla cui guida c'era un italiano

Due espulsioni sulle spalle, marocchino ancora in Italia, denunciato
polizia notte

Due espulsioni sulle spalle, marocchino ancora in Italia, denunciato

Espulso il re delle espulsioni, si tratta di un marocchino di 27 anni. Il magrebino, che è residente a Pisa, è stato fermato mentre era a bordo di una Bmw, alla cui guida c’era un narnese di 32 anni. La potente vettura tedesca è stata controllata alle 3,45 a Terni, in via Maestri del Lavoro, dagli agenti di una pattuglia della Polizia stradale, al seguito della dirigente, Katia Grenga. L’africano, già oggetto di due decreti di espulsione dal territorio nazionale – Questura Roma e Terni – è stato nuovamente denunciato alla Autorità giudiziaria per non aver rispettato le disposizioni delle questure.

La disciplina delle espulsioni nell’ordinamento italiano

QUANTO SI SPENDE PER LE ESPULSIONI

Negli ultimi quindici anni, i paesi europei hanno speso circa 11,3 miliardi di euro per espellere i migranti irregolari e 1,6 miliardi per rafforzare i controlli alle frontiere. L’hanno calcolato i giornalisti dei Migrants files, un collettivo internazionale di venti cronisti, statistici ed esperti. Migrants files ha anche avvertito che questi dati sono sottostimati. I diversi paesi europei non hanno una normativa comune per i rimpatri e non c’è trasparenza sui costi sostenuti dagli stati per questo tipo di sistema. La conclusione del collettivo di giornalisti è che sarebbe costato molto meno integrare le persone che in gran parte non si è riusciti ad espellere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*