Scatta allarme nel carcere, dalla cella di tre tunisini l’urlo: “Allah akbar”

Rissa al carcere di Orvieto, ferito agente penitenziario

Scatta allarme nel carcere di Spoleto, dalla cella di tre tunisini l’urlo: “Allah akbar”

SPOLETO – E’ scattato l’allarme nel carcere di Spoleto dopo che dalla cella di tre tunisini s’è levato il grido “Allah akbar“. È successo la notte del 13 novembre, dal quel giorno è massima allerta. Quell’urlo preoccupa molto, tanto da far scattare misure più dure.

Si tratta di vedere se quei detenuti musulmani sono inclini alle sirene della propaganda estremista. Si è comunque acceso un campanello d’allarme.

Proprio in queste ore ci sono episodi nelle carceri italiane molto inquietanti tanto che il capo del Dap ha diramato un “allertamento urgente” per sollecitare il personale “a proseguire nell’attività di osservazione per individuare eventuali segnali di proselitismo e radicalizzazione”.

Senza trascurare nessun “segnale di pericolo”. È quello che si sta facendo su quella notte del 13 novembre scorso nel supercarcere di Spoleto.

scatta allarme

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*