Corsa all’Anello Narni, al via la 48esima edizione

Quest’anno il programma è stato diviso in quattro aree tematiche con cinque testimonial legati alla regione Umbria

Corsa all'Anello Narni, al via la 48esima edizione

Corsa all’Anello Narni, al via la 48esima edizione

 “R E’ stato presentato stamattina alla sala del Camino di Palazzo Eroli il programma della 48esima edizione della Corsa all’Anello (21 aprile – 8 maggio) che comprende circa 100 eventi. Hanno partecipato alla conferenza stampa il sindaco di Narni e presidente dell’Ente Corsa all’Anello Francesco De Rebotti, il vice presidente della giunta della Regione Umbria Fabio Paparelli, l’assessore alla cultura ed al turismo di Narni Gianni Giombolini, il segretario generale dell’Ente Corsa all’Anello Carlo Capotosti ed il responsabile della segretaria delle pubbliche relazioni Federico Montesi. Presenti anche lo chef Giorgio Barchiesi, rappresentanti della giunta comunale di Narni, dell’Ente Corsa e dei terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria ed alcuni sindaci dei Comuni della Maratona dell’Olio.

Quest’anno il programma è stato diviso in quattro aree tematiche con cinque testimonial legati alla regione Umbria che rappresenteranno le eccellenze della città di Narni e della festa dedicata a San Giovenale.

Per l’area dedicata allo sport ed alla sfida ci saranno i due campioni di scherma, Alessio Foconi e Luca Simoncelli, che si esibiranno venerdì 22 aprile alle 21.30 in piazza dei Priori. I due schermidori apriranno la sfida dei musici della Corsa all’Anello “A rullar tamburi, a squillar tubicine”, incantando gli spettatori con la loro maestria. Per l’area dedicata alla cultura ed alla storia arriverà in città il celebre scrittore e conduttore televisivo Valerio Massimo Manfredi che venerdì 29 aprile terrà una lectio magistralis sulla storia di Narni alle 21.30 al teatro comunale Manini.

Per quanto riguarda invece l’area gastronomica tornerà in città, dopo il successo dell’anno passato, lo chef Giorgio Barchiesi, meglio conosciuto come Giorgione. Lo chef sarà a Narni l’1, il 2 ed il 3 maggio per girare una serie speciale del fortunato programma “Giorgione Orto e Cucina” che andranno in onda sul Gambero Rosso Channel. Ma non è finita qui. Giorgione l’1 ed il 2 maggio tornerà nelle osterie di Mezule, Fraporta e Santa Maria per allietare i “viandanti”. E sempre il 2 maggio, lo chef sarà protagonista al museo di Palazzo Eroli di un aperitivo con degustazione del Ciliegiolo. “Mi sono divertito molto lo scorso anno – ha affermato lo chef – e quest’anno sono contento di ritornare. La presenza dei tanti giovani che si impegnano a lavorare nei terzieri mi ha stimolato ad aiutare la promozione della festa”.

L’ultimo filone, quello della bellezza racchiude la grande novità di questa 48esima edizione della Corsa all’Anello. Una madrina sfilerà infatti per il corteo storico del 7 maggio con un sontuoso vestito che le è stato cucito su misura dalla sartoria del terziere di Fraporta. Si tratta di Sara Zanier, modella, ex letterina di Passaparola e conosciuta attrice di fiction, ora sulla cresta dell’onda per l’interpretazione di Margherita nella fortunata serie tv “Don Matteo”. La Zanier, sarà accompagnata da due damigelle e porterà l’anello d’argento che il giorno seguente verrà consegnato al terziere vincitore della Corsa all’Anello.

“ La 48esima edizione della Corsa all’Anello  – ha affermato il sindaco De Rebotti – presenta  un programma molto ricco. La nostra festa sta crescendo molto e mi preme precisare che filologicamente è la più attinente alla storia. Storia nella quale anche quest’anno avremo il piacere di tuffarci grazie agli eventi e ad alcune novità di cui vado fiero. Prima fra tutte l’inaugurazione di Palazzo dei Priori che ospiterà, tra le altre cose, la sede di rappresentanza dell’Ente Corsa ed il museo del costume medievale. Ricapitalizzare i patrimoni della città e metterli a disposizione della festa è uno dei nostri obiettivi ed abbiamo intrapreso la strada giusta. Stiamo infine ragionando anche sulla proposta di una seconda edizione della Corsa all’Anello ed anche in questo senso potremo avere presto delle novità”.

“E’ in questa sede – ha aggiunto Paparelli –  che mi piace ribadire l’importanza di questa manifestazione verso la quale cercheremo di mantenere una grande attenzione, come Regione Umbria, anche in un periodo complicato e di ristrettezze economiche. Una manifestazione che apre di fatto la stagione delle rievocazioni storiche in Umbria, rappresentandone un’eccellenza. La scelta di testimonial importanti che animeranno la festa ben si sposa con quanto stiamo facendo in ambito turistico come Regione Umbria dove stiamo compiendo passi importanti verso una nuova strategia con un nuovo nuovo concept che risponde ad una esigenza di maggiore semplicità ed efficacia e che in particolare si ristruttura secondo lo schema composto da tre  elementi identificativi turistici: paesaggio, cultura e spiritualità”.

“La Corsa all’Anello – ha spiegato Giombolini – è un elemento che crea sviluppo sia culturale che turistico che sociale ed è con questo approccio che dobbiamo considerarla. La festa costituisce una grande opportunità per la crescita della città ed in questa occasione voglio ringraziare il lavoro di tutti i volontari che contribuiscono a fare in modo che la Corsa all’Anello migliori anno dopo anno. Mi preme infine sottolineare l’attivazione del circuito degli ambienti medievali che sarà aperto tutto l’anno permettendo ai visitatori di vedere le ricostruzioni trecentesche anche al di fuori del periodo della festa. Una promessa fatta l’anno scorso, proprio in occasione della presentazione della Corsa all’Anello, che è stata mantenuta”.

Montesi e Capotosti dell’Ente Corsa, presentando il programma delle manifestazioni, hanno sottolineato “l’alta qualità degli eventi in cui la tradizione ben si sposa con l’innovazione, in una strada intrapresa verso il cinquantennale che vede la festa crescere sempre di più. Fondamentale in questo senso anche l’apertura della Corsa all’Anello a ‘contaminazioni’ esterne con la scelta dei testimonial che potranno rappresentare tutte le eccellenze della festa, catturando l’attenzione di un pubblico sempre più vasto. La Corsa all’Anello rappresenta un momento molto importante per il territorio narnese e per la sua promozione e bisogna saper cogliere tutte le opportunità che la festa offre”.

Ma passiamo al programma. Molto spazio verrà dato come ogni anno alle manifestazioni della tradizione. Si inizierà giovedì 21 aprile con la lettura del bando e l’apertura delle osterie. Nello stesso giorno ci sarà anche l’inaugurazione di Palazzo dei Priori che ospiterà la nuova sede dell’Ente Corsa all’Anello ed il museo del costume medievale. Sabato 23 aprile partiranno le giornate medievali con quella del terziere Santa Maria, seguita il 24 da Mezule e dall’1 maggio da Fraporta. Subito dopo ci sarà l’offerta dei ceri (2 maggio), poi la giornata dedicata al patrono San Giovenale (3 maggio) con la messa, la processione e la corsa storica in piazza dei Priori fino ad arrivare alle benedizioni dei cavalieri ( 4, 5 e 6 maggio) ed al grande corteo storico (7 maggio), punta di diamante della festa che farà da prologo alla Corsa all’Anello che si terrà l’8 maggio allo stadio San Girolamo. Alla tradizione ed alle attese esibizioni dei gruppi storici dei terzieri si sommeranno molti altri eventi che spazieranno dalla cultura all’enogastronomia, passando per gli spettacoli degli artisti di strada, danze medievali, concerti e battesimi di terziere.

Molti saranno anche i convegni che tratteranno vari temi, dalla storia alla musica, e tornerà l’atteso mercato medievale che colorerà il centro storico insieme a spettacoli di falconeria e di trampolieri, sabato 23, domenica 24 e lunedì 25 aprile. Il 30 aprile alle 21.30 piazza dei Priori farà da scenario allo spettacolo della Compagnia dei Folli “Inferno. Viaggio avventuroso nell’inferno dantesco”.

Infine, anche quest’anno verrà dato grande spazio ai prodotti a km 0 che verranno presentati nei menù delle osterie. Dopo il successo dello scorso anno, tornerà nelle taverne il vino Ciliegiolo di Narni dei sette produttori dell’Associazione che prende il nome dal vino. La novità sarà nell’olio che verrà utilizzato per le focacce dei forni. Si tratta infatti dell’olio dei frantoi delle sette città che fanno parte della Maratona dell’Olio, di cui Narni sarà capofila per l’edizione 2016.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*