FOLIGNO, AL POLITEAMA CLARICI C’E’ “COME IL VENTO”

festival-di-roma-2013-marco-simon-puccioni-presenta-come-il-vento-da-lui-diretto-291424In occasione della giornata internazionale della donna, la rassegna ‘Martedì al cinema’, promossa dall’associazione ‘Casa dei popoli’, propone per tutti i martedì del mese una pellicola dedicata alle donne. In particolare domani, martedì 11 marzo, viene proiettata al Politeama Clarici il film “Come il vento” di Marco Puccioni. Nella scheda dell’opera, curata da Roberto Lazzerini si sottolinea, tra l’altro, che “al terzo lungometraggio, Puccioni realizza un intenso dramma da una vita vera, sostenuto da una partecipata performance di Valeria Golino.

Il dramma precipita in una donna alle prese con la sua vita amorosa e lavorativa, in un intreccio cameristico difficile da sostenere. Vita piena di Armida Miserere, criminologa, figlia di un militare, quindi abituata ad una certa concezione dell’autorità e al valore della disciplina, una delle prime donne italiane direttrici di carcere. Già a 28 anni nel carcere di Parma, per vent’anni ne girerà molti in tutta Italia, e non dei più facili, se pensiamo a Voghera, luogo di terroriste irriducibili, a Pianosa, all’Ucciardone di Palermo, in mezzo a boss mafiosi, perfino un incarico a Spoleto.

Sempre con uno slancio ostinato, intransigente sul valore della rieducazione carceraria, anche se non insensibile alle metamorfosi riabilitative della pena, con una pena tragica nel cuore per la morte del compagno, educatore carcerario, ucciso in un agguato camorristico. Perseguirà sempre la ricerca dei colpevoli, anche se avrà soddisfazione postuma delle sue intuizioni. A questo ritratto di donna complessa, impegnata e per qualche tratto misteriosa, Puccioni dedica un film asciutto e commovente.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*