VOLLEY A/F - SIRIO PERUGIA, BENE IN CAMPO POPOVIC

<p><img style="border: 0; float: right;" src="http://www.umbriajournal.com/MediaCenter/API/Risorse/StreamRisorsa.aspx?guid=8D4D01C3-2216-4BDD-AB75-3C205F564D2A" border="0" />(UJ.com) PERUGIA - Le azzurre Chiara Arcangeli e Giulia Rondon hanno finalmente raggiunto la Sirio ed hanno immediatamente cominciato l'allenamento con la Despar all'indomani del termine dell'<b>avventura </b>iridata in Giappone, da cui ritornano con la quinta piazza, ma scalando fino al terzo posto il ranking mondiale.<br />Il Capitano Arcangeli: "Esperienze come questa ti arricchiscono sicuramente, ed è sempre bello ritrovare compagne ed amiche con cui si è avuto il piacere e l'onore di giocare in passato. E' dura recuperare un fuso orario di ben 8 ore, ma siamo cariche a mille per l'inizio della stagione e l'adrenalina di certo non manca".<br /><br />I tifosi hanno potuto salutare il ritorno del cuore biancorosso e l'esordio della nuova palleggiatrice Rondon in occasione dell'Amichevole contro il Volero Zurigo, disputata ieri pomeriggio (giovedì) al Pala <b>Evangelisti</b>, con la Despar che ha conquistato quattro dei cinque set giocati mettendo in campo un grande brio che ha senz'altro agevolato l'inserimento delle new entry delle ultime ore, compresa Popovic, top scorer la cui percentuale in attacco è schizzata al 70% con ben 17 punti all'attivo!<br />Così coach Cuello: "Le ultime arrivate si stanno adattando velocemente. Con Chiara c'era da aspettarselo, avendo già alle spalle gli allenamenti di fine e inzio stagione, ma anche Giulia mi ha dato un'impressione veramente positiva dato che sta riuscendo sin da subito, nel suo delicatissimo ruolo di regista, ad adattarsi ad un sistema per lei nuovo". <br /><br />Ed emerge subito il carattere schietto e pratico della neo-palleggiatrice biancorossa, che si schernisce di fronte al <b>complimento </b>del suo nuovo allenatore con un simpatico: "Pronti via in campo! Sempre pallavolo è… "<br />Proseguono oggi pomeriggio ad Urbino i test, a ranghi quasi al completo, aspettando l'arrivo dell'ultima grifetta: la Campionessa del Mondo Fateeva.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*