UMBRIA/INCHIESTA USL 3: MONACELLI (UDC), UNA RAGNATELA DI CLIENTELE

<p>post <b>M. Zingales</b> UJcom2.0 <a target="_blank" title="Scrivi a Morena Zingales" href="mailto:morenazingales@gmail.com"><b>@</b></a> (UJ.com) PERUGIA - ''Quanto continua ad emergere dagli organi di informazione relativamente all'inchiesta sulla sanita' in Umbria delinea sempre piu' chiaramente una ragnatela di clientele, raccomandazioni e appalti taroccati, tessuta al solo scopo di soddisfare le convenienze del politico di turno''. Lo ha affermato il consigliere Sandra Monacelli (Udc), evidenziando che ''mentre il percorso dell'inchiesta chiarira' eventuali responsabilita' sul piano giudiziario, per <b>salvare</b> il tessuto sociale e recuperare la credibilita' delle istituzioni, sul piano politico va posta con forza e senza atteggiamenti equivoci la questione etica e morale''. Per Monacelli e' necessario ridare serieta' e credibilita' al sistema politico regionale, ''superando una degenerazione denunciata da tempo e ora anche confermata dalle intercettazioni telefoniche''.</p>
<p> </p>
<p>Per il capogruppo dell'UDC in consiglio regionale, l'egemonia della classe politica umbra ha chiaramente condizionato - ha concluso - lo sviluppo regionale in questi anni: questo assurdo accaparramento del potere, funzionale alla autoconservazione della propria parte, ha posto in drammatica luce l'assenza di una visione <b>strategica</b> e complessiva per la crescita omogenea dell'Umbria''. Anche il sindacato Cisl e Uil sono convinti che e' necessario dire basta ai ''clientelismi''. Lo hanno scritto in una lettera al presidente Catiuscia Marini, affinche' la politica faccia un passo indietro. Nell'ambito dell'inchiesta sulla Asl 3 di Foligno questa va avanti nel massimo riserbo. Il PDL continua a chiedere trasparenza e per questo fara' affiggere manifesti con denunce sull'operato dei vertici della sanita' umbra.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*