UMBRIA: MARINI, COMUNI POSSONO E DEVONO CURARE RISPARMIO ENERGETICO

<p><img style="border: 1px solid black; float: right; margin: 2px;" src="http://www.umbriajournal.com/MediaCenter/API/Risorse/StreamRisorsa.aspx?guid=873539C0-4751-4384-9658-AA76922D3712" border="0" /></p>
<p>(UJ.com)  PERUGIA - ''Anche i Comuni umbri possono e devono fare la loro parte affinche' si riduca il piu' possibile il livello di emissioni inquinanti, si risparmi energia elettrica e la si produca sempre piu' facendo ricorso a fonti rinnovabili''. E' quanto afferma la presidente della Regione Umbria, <b>Catiuscua Marini</b>, che ha inviato, a tutti i sindaci dei comuni ed all'Anci dell'Umbria, una lettera con la quale si sollecita l'adesione al ''Patto dei sindaci'', un'iniziativa che mira al coinvolgimento attivo delle citta' europee nel percorso verso la sostenibilita' energetica ed ambientale, promossa dalla UE, al fine di contribuire al raggiungimento degli obiettivi fissati dalla stessa Unione per il 2020, in termini di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, di maggiore efficienza energetica e di maggior utilizzo di fonti energetiche rinnovabili.</p>
<p>''Il Patto - scrive la presidente - rappresenta un esempio straordinario di accordo concluso tra Comuni, Regioni ed altri enti subnazionali nel quadro di obiettivi comuni atti a migliorare la qualita' della vita dei cittadini nelle citta' europee. Le citta' e le comunita' locali si confermano infatti i luoghi ideali dove proporre ma soprattutto realizzare progetti avanzati di politiche energetiche tese a limitare i consumi, a favorire il ricorso a fonti energetiche rinnovabili, per affrontare le sfide poste dalla crisi climatica''. La firma e l'adesione al Patto dei Sindaci presuppone la successiva definizione di un '' Piano d'Azione'' per <b>l'energia sostenibile</b> basato su progetti concreti e realizzabili nei prossimi anni.</p>
<p>L'Anci Umbria, unitamente all'Agenzia per l'Energia e l'Ambiente della Provincia di Perugia, hanno promosso e fornito assistenza per la redazione e la messa in pratica dei ''Piani d'Azione''. ''Dal suo lancio, nel 2008 - aggiunge la presidente -, il Patto dei Sindaci e' cresciuto fino a comprendere piu' di 1800 comuni e citta', al Patto hanno aderito diverse Regioni e associazioni regionali e locali in qualita' di ''strutture di sostegno'', impegnandosi a fornire assistenza tecnica e finanziaria ai firmatari. In occasione della seconda cerimonia annuale del Patto dei Sindaci, tenutasi il 4 maggio 2010 <b>la Commissione Europea</b> ha annunciato lo stanziamento di fondi europei supplementari per il finanziamento dei Piani d'Azione realizzati a livello locale e regionale ''. Per questo, conclude la presidente ''desidero, in qualita' di Presidente della Regione Umbria e come Membro Titolare del Comitato delle Regioni, incoraggiare quelli tra voi che non fanno ancora parte del Patto ad esplorare la possibilita' di aderirvi a titolo di citta' o Comune firmatario''.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*