ULTIMATE LE SELEZIONI PER IL CORSO DI FORMAZIONE PER MAESTRI COLLABORATORI SOSTITUTI SCELTI 10 PIANISTI

<p>post <b>C.Pappone</b> <a target="_blank" title="scrivi a Cristina Pappone" href="mailto:%20papponecristina@gmail.com">@</a> (UJ.com) SPOLETO - Ieri pomeriggio 27 luglio, presso la Sala Monterosso di Villa Redenta sono stati prescelti i pianisti che sono stati ammessi al XII Corso di qualificazione professionale per “Maestri Collaboratori Sostituti” 2010, che si svolgerà a Spoleto a partire dal 4 agosto.</p>
<p> </p>
<p>La Commissione d’esame composta dal Presidente Stefano Ceccomori e da Emma Moretti entrambi rappresentanza della Regione Umbria, da Michelangelo Zurletti, Direttore Artistico del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, da Carlo Palleschi, Direttore d’Orchestra e docente presso il Conservatorio di Perugia e Maria Giuseppina Fiorucci, in rappresentante dell’Ente promotore del Corso, ha dichiarato ammessi al corso e <b>quindi vincitori</b> della selezione i seguenti pianisti: Roberto Brandolisio, di anni 24, punteggio 95 Leone Keith Tuccinardi, di anni 27, punteggio 95 Carlo Feola, di anni 31, punteggio 92 Giovanna Rossitto, di anni 24, punteggio 92 Luca Bruno, di anni 33, punteggio 86 Jonathan Santagada, di anni 26, punteggio 85 Francesco Ragni, di anni 25, punteggio 79 Adriana Mangione, di anni 25, punteggio 78 Eleonora Conti, di anni 26, punteggio 76 Luigi Angelo Maresca, di anni 22, punteggio 70</p>
<p> </p>
<p>I selezionati frequenteranno un corso intensivo e residenziale di 300 ore a Spoleto nel mese d’agosto e un successivo periodo di stage in occasione della Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto e dell’Umbria. L’attività di perfezionamento sarà tenuta dal M°Michelangelo Zurletti e dal prof. Francesco Corrias che approfondiranno alcuni aspetti della storia del Teatro d’opera. I maestri <b>Marco Boemi</b>, Enza Ferrari e Mirco Roverelli affronteranno con gli allievi le tecniche d’accompagnamento ed esecuzione pianistica del repertorio operistico oltre che affrontare parti della letteratura liederistica. Un modulo specifico sarà riservato all’acquisizione di elementi di informatica applicata alla musica tra cui tecnica per la sottotitolazione delle opere, elementi di fonica ecc. La figura del maestro collaboratore sostituto è assolutamente fondamentale nel teatro d’opera ed è una specifica professione spendibile in campo nazionale, europeo e internazionale.</p>
<p> </p>
<p>Il maestro collaboratore è innanzitutto un pianista con ottima lettura- esecuzione musicale a prima vista, che ha acquisito il repertorio operistico e le tecniche interpretative correlate. Accompagna i cantanti in occasione di concerti ma anche opera in palcoscenico suonando durante le prove di regia e le prove musicali oltre che intervenire durante l’esecuzione dell’opera supportando il <b>personale tecnico </b>nel dare i segnali dei movimenti scenici, delle luci. Il maestro collaboratore deve essere in grado anche di riportare il gesto del direttore d’orchestra sul palcoscenico, dirigendo piccoli organici musicali previsti dalla partitura. Molti dei maestri collaboratori formatisi a Spoleto ora lavorano in vari teatri italiani e stranieri (Teatro alla Scala, Teatro Comunale di Firenze, Teatro dell’Opera di Copenaghen ecc.).</p>
<p> </p>
<p>Alcuni di loro, tra cui Federico Santi(ora attivo in Belgio) e lo stesso Maestro Giuliano Betta (direttore principale a Basilea) che dirigerà la “Tragedie de Carmen “ in cartellone nella prossima Stagione Lirica di Spoleto, grazie anche all’esperienza acquisita a Spoleto, hanno intrapreso la carriera della direzione d’orchestra. A Spoleto quindi in questi giorni oltre che essere presenti i 20 cantanti che affronteranno <b>le produzioni</b> della Stagione Lirica giungeranno anche i dieci maestri collaboratori dal 4 agosto e sino al 12 ottobre. Dall’8 agosto si riunirà sempre a Spoleto l’Otlis, l’Orchestra dello Sperimentale che affronterà prima una serie di concerti nel mese di agosto a Spoleto, Foligno, Montefalco e successivamente la Stagione Lirica. Se si aggiungono i docenti e i direttori, Spoleto sarà invasa da oltre 100 musicisti nei mesi di agosto e settembre.</p>
<p> </p>
<p>Il numero complessivo del personale impiegato dal Teatro Lirico Sperimentale, compreso il personale artistico e tecnico (artisti del coro, registi, scenografi, assistenti, personale tecnico -macchinisti elettricisti, sarte, truccatori e parrucchieri) è di circa 170 addetti per i mesi di agosto, settembre e fino al 3 ottobre. Il Corso per maestro collaboratore sostituto è stato reso possibile grazie al supporto della <b>Regione dell’Umbria</b>, dal Fondo Sociale Europeo e Ministero del Lavoro. Collaborano inoltre la Provincia di Perugia e il Comune di Spoleto mettendo a disposizione gli spazi didattici necessari.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*