TERNI: POLLI, PROVINCIA CONTINUERA' INVESTIRE NELLA FORMAZIONE

<p>post <b>M. Zingales</b> UJcom2.0 <a target="_blank" href="mailto:morenazingales@gmail.com"><b>@</b></a> (UJ.com) TERNI - ''La Provincia di Terni ha investito e continuera' ad investire sulla formazione professionale perche' la ritiene un valido e concreto strumento per contribuire al superamento della crisi''. Lo ha detto il presidente dell'ente Feliciano Polli, intervenendo alla cerimonia di inaugurazione dei Centri di formazione professionale del ternano, alla presenza di oltre 500 allievi. ''I corsi attivati anche quest'anno - ha aggiunto Polli - sono il frutto di una collaborazione stretta e di una concertazione con il mondo del lavoro, la <b>scuola</b>, l'universita' e le associazioni di categoria. I risultati riguardanti la percentuale di occupazione al termine del percorso formativo ci incoraggiano ad andare avanti e ad investire sui Cfp anche per il futuro, dando risposte ai giovani e rafforzando il legame e la collaborazione con le famiglie e gli studenti''.</p>
<p> </p>
<p>L'assessore provinciale alle Politiche formative e del Lavoro Fabio Paparelli ha ribadito l'importanza della presenza femminile ''una presenza - ha rimarcato - che sta sempre piu' affermandosi e questo e' un dato di particolare interesse visto che la percentuale di disoccupazione femminile nella nostra <b>provincia</b> e' ancora alta. Purtroppo - ha sottolineato - la rimodulazione delle risorse da parte del governo nazionale ha previsto per l'Umbria un taglio del 50% con una conseguente incertezza sull'assegnazione dei fondi alle Province. Tale fatto ha comportato ritardi nella gestione e programmazione delle attivita', ma adesso i corsi possono partire regolarmente''.<br /></p>
<p>Il numero degli allievi dei Cfp di Terni, Narni e Orvieto e' di 567, ripartiti per Terni in 321 (dei quali il 57% costituito da ragazze), Narni 161 (il 32% donne), Orvieto 85 (dei quali il 47% donne). I corsi di formazione erogati dai tre Cfp sono 34. L'81% degli allievi trova sbocchi professionali al termine degli studi, il 58% nel settore nel quale si e' formato, il 23% in altri. Il 29% degli occupati lavora nel settore elettrico ed elettronico, il 23% in quello termoidraulico, il 21% nelle <b>macchine</b> utensili, il 19% nel saldatore e l'8% nell'acconciatore. Il 95% dei formati giudica positivamente i corsi della Provincia con una scala di valori che va dall'ottimo (48%) al sufficiente (21%). Il 75% degli allievi trova lavoro entro 3 mesi dal termine del percorso formativo, il 41% viene confermato al termine dello stage dalla stessa azienda, il 32% trova lavoro in aziende simili, mentre il 27% viene assunto in altri tipi di imprese. La maggior parte degli allievi viene assunto con il contratto di apprendistato (72%), mentre il resto con altri tipo di contrattualizzazione.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*