Spoleto, “senza tetto” ritrovato morto, scattata la gara di solidarietà per pagargli il funerale

Donna investita in via Gabelletta a Terni, grave ma non in pericolo di vita
Ambulanza

Il “senza tetto” ritrovato morto a Spoleto nella serata di lunedì 9 marzo 2015 è conosciuto dalla Caritas diocesana di Spoleto-Norcia da quasi venti anni. È stato aiutato in molti modi. Questa la storia di un clochard bosniaco, arrivato appunto molti anni fa nella città spoletina. Da ultimo, il direttore Giorgio Pallucco gli aveva proposto di trasferirsi nella Casa di accoglienza della Caritas Umbra a Foligno: ha rifiutato.

Poi, lo stesso Pallucco gli ha trovato una sistemazione a Santa Maria degli Angeli: non lo hanno potuto accogliere, però, per più di dieci giorni, perché privo di documenti di identità. Dopo, non è più ritornato nella sede della Caritas. E’ stato trovato senza vita nella zona dell’Anfiteatro.

«A nome dell’Arcivescovo e mio personale – afferma il direttore della Caritas Pallucco – esprimo dolore per la tragica notizia della scomparsa di una persona che ben conoscevamo e che abbiamo cercato di aiutare nei momenti di maggiore difficoltà: attorno a lui si era creata una piccola rete di solidarietà informale. Ha sicuramente avuto una vita difficile, preghiamo affinché riposi in pace»

Molte persone lo conoscevano ed scattata la gara di solidarietà per pagargli il funerale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*