SOLOMEO, TEATRO CUCINELLI FESTEGGIA VERDI

quartettoScala_AltaRisoluzione_53(umbriajournal.com) SOLOMEO – Domenica 27 ottobre, alle ore 18, a scaldare l’atmosfera del piccolo borgo, direttamente da Milano, arriverà il Quartetto d’archi della Scala con un omaggio a Verdi in occasione del bicentenario dalla sua nascita.
Simbolico suggello all’anno verdiano-wagneriano, il programma proposto dal Quartetto della Scala metterà a confronto il Verdi più popolare (l’operista del Rigoletto, attraverso la fantasia elaborata dal contemporaneo Antonio Melchiori) con quello più inedito del Quartetto per archi, l’opera che segna il punto di massimo avvicinamento del bussetano alla scuola tedesca del contemporaneo Wagner, con la inaspettata scelta – clamoroso unicum in un catalogo pressoché totalmente assorbito dal teatro – del genere mitteleuropeo per antonomasia. Presente alla prima bolognese del Lohengrin nel 1871, solo due anni più tardi Verdi sfida i tedeschi sul loro terreno d’elezione, rileggendo, da operista sommo, il più alto dei generi strumentali e aprendo la strada alla stagione ultima di Otello e Falstaff.
Viva verdi è il titolo della serata presentata dal Quartetto della Scala, di cui il M° Riccardo Muti ha scritto: “… quartetto di rara eccellenza tecnica e musicale, … la bellezza del suono e la preziosa cantabilità, propria di chi ha grande dimestichezza anche con il mondo dell’opera, ne fanno un gruppo da ascoltare con particolare gioia ed emozione”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*