Sicurezza: altri arresti e denunce in stato di libertà

L’impegno dei Militari della Compagnia CC di Perugia, nonostante il periodo estivo, è immutato. Anzi è intensificato, anche in considerazione degli ultimi fatti di sangue avvenuti in città. Pertanto i militari dell’arma stanno scandagliando a 360 gradi per addivenire alla risoluzione del ferimento del ragazzo marocchino avvenuto mercoledì scorso nel parco della <b>Verbanella</b>. per contrastare oltre che, i reati inerenti la sfera della prevenzione e/o repressione dei reati contro il patrimonio e soprattutto il rintraccio di extracomunitari clandestini anche lo spaccio di sostanze stupefacenti.<br />Per dare risposta alla richiesta di sicurezza di cui la popolazione necessita,   numerosi sono servizi disposti dalla Compagnia che avvalendosi dei comandi dipendenti (N.O.R. e Stazioni CC), sia con auto con insegne d’Istituto e di copertura, altresì utilizzando unità cinofile hanno:<br />hanno tratto in arresto in flagranza di reato B. A. Iracheno venticinquenne, nullafacente, irregolare, poiche’ sottoposto a controllo nei pressi questo ospedale santa maria della misericordia, risultava inottempeerante all’ ordine espulsione  emesso dal questore di Perugia nel mese di giugno ultimo scorso. Lo stesso, così come disposto dal P.M. di turno è stato trattenuto all’interno delle camere di sicurezza di questa caserma in  attesa di essere giudicati secondo la forma prevista dal rito direttissimo. Denunciato  in stato di libertà: Per omissione di soccorso: C.M., perugino, ventottenne, in quanto alla guida della propria autovettura, in questa strada trasimeno ovest, dopo aver tamponato un altro veicolo che lo precedeva, si dava a precipitosa fuga; Per furto: C.T., perugino, trentenne, S.L., napoletano, ventenne, medesimi in concorso, asportavano dall’officina meccanica, ubicata in questa via sant’andrea delle fratte, ingente quantitativo di materiale ferroso.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*