SCOPERTA, A PERUGIA DAI CARABINIERI DI BASTIA UMBRA, UNA RAFFINERIA DI EROINA

<p>di <b>Marcello Migliosi </b>(TCN) (UJ.com) PERUGIA - I Carabinieri di Bastia Umbra, con il coordinamento del comandante della compagnia di Assisi, Capitano Andrea Pagliaro, hanno scoperto una vera e propria raffineria di eorina a due passi dalla stazione ferroviaria di Perugia Fontivegge. Quattro le persone arrestate, due coniugi della Sierra Leone e altri due africani della Nigeria. Tutti e quattro - tre di loro sono regolari - vivevano nell'appartamento di via Sicilia a Perugia. Nella casa i Carabinieri, nell'irruzione effettuata la notte del 13 novembre, hanno rinvenuto 520 grammi di eorina purissima e circa 1500 di mannitolo (sostanza da taglio). <a href="http://www.umbriajournal.com/mediacenter/FE/media/scoperta-dai-carabinieri-di-bastia-umbra-raffineri.html" target="_self">(Guarda la slideshow fotografica)</a></p>
<p>Nel blitz i Militari dell'Arma benemerita hanno sequestrato anche: un frullatore marca Philips contenente residui di sostanze stupefacenti e da taglio; ? 2 bilance di precisione marca laica; ? materiale per il confezionamento di dosi; ? vaselina e grasso vegetale per il trasporto nel corpo delle dosi; ? 9 telefoni cellulari; ? € 3.545 in contanti. I quattro sono stati rinchiusi nel carcere di Capanne a Perugia, a disposizione del Sostituto procuratore della Repubblica, Antonella Duchini, titolare delle indagini.</p>
<p> </p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*